accedi   |   crea nuovo account

Non so parlar d'amore

Se ti parlo d'amore
forse non te ne accorgerai
perché correrai dietro
a questi poveri semi...

... le lacrime le conservo
ho un cassetto all'uopo

... la passione mi cova
come fuoco sotto la cenere

... si la cenere
che la vita m'ha dispensato
generosamente...

sa che mi piace cucinare

 

2
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 19/09/2013 06:26
    POESIA AMARA IN UN VELO IRONICO DILIGENTEMENTE CUCITO... BUONA GIORNATA SILVIA

6 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 24/09/2013 06:28
    La cenere che ha conservato ricordi, sentimenti e passioni.
    Bella.
  • Luca il 20/09/2013 20:47
    Mi piace questa tua ironia, complimenti, ottima poesia.
  • silvia leuzzi il 19/09/2013 08:27
    Salve amici vi ringrazio per i vostri commenti. Questa poesia nasce da una dissertazione con un caro amico sulle canzoni d'amore o le poesie d'amore che, ahimè!, quando sono smielate non mi prendono e chiedo perdono di questo mio animo crudo e rozzo. Ciao e grazie ancora
  • Anonimo il 19/09/2013 07:50
    bella poesia, piena di sentimento d'ogni sorta... bravissima Silvia
  • LIAN99 il 18/09/2013 22:59
    Sottile ed amara autoironia come solo chi conosce davvero la sofferenza sa esprimere... E parlare d'Amore, spesso risulta ostico per chi è distratto da altro e non ci ascolta con l'attenzione e la sensibilità che ci aspetteremmo... Molto brava, Silvia. Un caro saluto.
  • Fabio Magris il 18/09/2013 22:35
    La vedo come una "catena" di pensieri, una triste rendiconto/ironia con l'ultimo anello che si chiude in una battuta amara. La vita non è mai facile nemmeno quando è facile, figuriamoci se... E inoltre la tua cenere è significativa. Forse il significato a cui tu alludi è diverso,,,

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0