accedi   |   crea nuovo account

Un robusto sé

Dal peso alla leggerezza
in cerca semplicemente
dell'inverosimile
lasciato nel mezzo di
fantasie artigliate dal mare
il cervello
si dispone alla decadenza
con la grazia
della piccola neve o di un fiore
perso in uno specchio.

Rimane la purezza
del tenue moto
o la nudità
degli inizi
quasi una cacciata dall'Eden
o una sveglia al mattino troppo
presto.

Possiede le sembianze della luna
un ricordo essenziale
prima di diventare coscienza
e il canto è sempre
un robusto sé
che disperde nel mondo
la sua passione.

 

2
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 19/09/2013 09:40
    La luna... ha un ricordo essenziale... attraversa le sue fasi... d'oblio... d'eclissi... prima di diventar... risvegliata coscienza...
  • Rocco Michele LETTINI il 19/09/2013 07:03
    UN ACUTO SÈ DIREI... CHE LANGUE NE LO MONNO LO PATIR DE LO NOSTRO ESISTERE... ALLA RICERCA SMISURATA DI SI' AMATA PASSIONE... SPERO AVERLA INTERPRETATA AL MEGLIO... IL MIO SALUTO E IL MIO ELOGIO...

3 commenti:

  • loretta margherita citarei il 19/09/2013 18:36
    molto originale sopratutto quel-possiede le sembianze della luna etc etc... piaciutissima, ciao roberto
  • Caterina Russotti il 19/09/2013 12:02
    Quanta voglia di... Quanti desideri.. In questa mirabile poesia..
  • Anonimo il 19/09/2013 11:15
    Letta e riletta...
    Il peso e la leggerezza dell'amare fluttuante nell'universo è pura passione.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0