accedi   |   crea nuovo account

Il vecchietto non c'è più

Un mucchietto di pelle e ossa
e farfugliavi parole sconosciute
le mani a cercar fantasmi nell'aria
gli occhi azzurri, in continuo movimento,
vuoti e persi
già cercavano altri universi.
Ieri...
tre giovani OSS si son prese cura di te
ti han fatto mangiare e bere
ti han rasato
e profumato
contente di averti aiutato.
Ma stamattina...
in silenzio
te ne sei andato.

 

4
5 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 19/09/2013 17:13
    Lo avete fatto "partire" cullato da un momento d'Amore profondo. Siate benedette!!!
    E benedetto Tu, Poeta nell'anima.
  • Rocco Michele LETTINI il 19/09/2013 13:33
    Lodevole nel suo forgiato... che ne la carità e nel calore tocca chi la legge esternando tutto la propria simpatia verso chi si prodiga "per vocazione" nel portare non soltanto sollievo in chi è solo nel proprio malanno...
    IL MIO ELOGIO E IL MIO PLAUSO PER TE E PER LE TANTE OPERATRICI DELL'AMORE (LI CHIAMO IO)
  • Paolo il 19/09/2013 11:24
    Una poesia che fa dimenticare il dolore, il distacco per sempre.
    Davvero tantissimi complimenti.
  • Auro Lezzi il 19/09/2013 10:50
    A Fà... Ecco cosa s'intende per poesia semplice.. Io la trovo bellissima.

5 commenti:

  • Maria Rosa D. il 30/09/2013 21:19
    Questa poesia lascia nell'anima e nel cuore sentimenti di dolcezza e tristezza. Molto toccante. Abbraccio.
  • Fabio Magris il 19/09/2013 19:03
    Grazie a TUTTI per i vostri commenti. Nella stanza d'ospedale l'avevo proprio difronte. Le OSS lo hanno "coccolato" con tanto amore non sapendo che quella sarebbe stata l'ultima volta.
  • loretta margherita citarei il 19/09/2013 18:27
    molto toccante, piaciutissima
  • silvia leuzzi il 19/09/2013 11:31
    Fabio io non so dire cosa è poesia, cosa è letteratura ma di certo so riconoscere un animo grande che con mano gentile e vellutata sa parlare di morte senza usare una parola lacerata. Ti sono sempre grata per i tuoi apprezzamenti che ricambio sinceramente e con affetto... e ti rinnovo che prima o poi ci conosceremo sono sicura ahahahha ciao amico
  • Caterina Russotti il 19/09/2013 11:17
    Bellissima Fabio... Le tre giovani infermiere OS porteranno nel cuore quel momento... Diventerà un frammento della loro vita! Un momento di vita... Abilmente raccontato in quesi bei versi... Grazie

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0