accedi   |   crea nuovo account

Eclissi

Le mie notti
sono nidi vuoti
ove s'adagia
stancamente
un sogno,
come un gatto
che si acciambella
nel suo morbido
giaciglio.
Come l'ombra
che accarezza
la sera,
il cuore è preda
di quel nulla
che divora,
ma resta ancora
vivo, palpita,
sanguina, fibrilla...
Non c'è requie
in questo corpo
dove il divenire
traccia rughe
e le stagioni
modellano
un sorriso!
Il tempo è soffio
che prosciuga
pagine di vita
e porta al largo
zattere ricolme
di pensieri
che il mare affoga
nei gorghi repentini
degli abissi
in quelle sere buie
di malcelate eclissi...

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • LIAN99 il 24/09/2013 21:17
    Bellissima, bellissima, bellissima questa lirica molto intima e sentita. Vi si coglie tutto lo struggimento e la tensione del Vivere che si consuma e ci consuma nel groviglio di emozioni, pensieri, sensazioni che permeano le nostre notti insonni... e la nostalgia per quel desiderio mai avverato, ma sempre inseguito e sognato... Bravissimo!

1 commenti:

  • Mario Bruno (Ciancia) il 05/10/2013 18:47
    Semplicemente bella!
    C'è tutto in questa tua lirica
    che ho letto veramente con piacere
    regalandomi sensazioni bellissime.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0