accedi   |   crea nuovo account

L'Amore verso se stessi

Non esiste l'amore non corrisposto
Se la prima forma d'amore è quella verso noi stessi
Se mi amo davvero l'intero universo si muoverà per confermarlo
E non avrò più dubbi
Ma l'attesa dell'amore
Di un qualcuno che come pioggia in un giorno di sole
Giunga per amarmi
Bè anche questo in fondo è possibile
Ma solo se contemplo l'amore verso me stesso
Sulle strade gioiose e sicurissime della vita.
Da ragazzino uscivo sovente per cercare l'amore ed incontravo il sesso
Ho fatto l'amore ovunque nella mia vita
Persino sul tetto di una villa disturbando i gatti che riposavano
Ma non era amore
Era fascino, voglia di stare in due, in tre a volte in quattro
È svegliarsi al mattino sazi di una notte in movimento.
L'amore nasce solo nel nostro cuore e li riposa, si sveglia
Ristora e si sposa
Con l'essenza della terra
terra
Acqua in eclissi con il movimento della creazione
e penso di essere amato ovunque, ad ogni istante
in ogni luogo in cui la mia mente si rechi e ritorni a visitare il mio corpo sdraiato
ovunque

ma devi sapere che l'amore non corrisposto non esiste
se la prima forma d'amore è quella verso noi stessi.
Eppure l'amore già da tempo diviene motivo di rimprovero
"tu non mi ami!"
E allora lascia che l'amore sia come l'acqua di una sorgente
Immergiti da sola, nuda
rimanici tutta la notte
tutte le notti
finchè l'acqua non sarà finita
e sentiti come l'essenza di quell'eclissi
con il movimento della creazione
e rimani sola fintanto
che l'amore non ti avrà trovato.
Solo cosi avrai imparato che il nostro primo vero amore
Siamo noi stessi.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 24/09/2013 12:30
    Verissimo! Cerchiamo l'amore lontano da noi, quando invece è sempre, per tutti e innanzitutto, quello così vicino, che più vicino mai si potrà trovare: noi stessi! Quando poi a mancare è la fisicità dell'amore, non dimentichiamo che, ad appagarla, non è l'avvilente autosoddisfazione, ma la tenerezza: quella meraviglia dell'amore che così totale è da coinvolgere e colmare di gioia la totalità della persona: anima e corpo.

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 24/09/2013 19:08
    ama il prossimo tuo come te stesso e se nn ci si ama abbastanza nn possiamo amare gli altri,, piaciutissima
  • Caterina Russotti il 24/09/2013 18:19
    Bravo... Spesso infatti mi rendo conto che nel concedere il mio amore... Dimentico sempre una persona... Ed è proprio Caterina. Davvero bella, profonda e riflessiva questa tua poesia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0