accedi   |   crea nuovo account

Sul cordolo

(Corro sul cordolo
delle interiezioni
che chiudono
le aiuole dei silenzi
che mi son portato dietro
dal ritorno).

Mi chiedo che cos'è
che spinge il piede
a correre sul filo del rasoio
schivando la falcata
a botta piena
con l'immenso spazio aperto
circostante.

("Rompi il fiato adesso
verso i tuoi silenzi
e aumenta la falcata
ora che puoi").

Il fiato è rotto
insieme con la voce
che scarica il suo urlo
a liberare.
Sulla sua coda
che intorno ha fatto il nido
tutto si ferma,
guardo in silenzio
e rido.

 

3
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 25/09/2013 01:22
    TANTO CELA SI' PREGEVOLE VERSEGGIO... UN COSTRUTTO DILIGENTE...

2 commenti:

  • stella luce il 25/09/2013 13:33
    Su quel filo si è fatto pure il nido... correre al limite forse x paurs di fermarsi e guatdare oltre... mi è piaciuta un sacco
  • loretta margherita citarei il 25/09/2013 04:45
    molto originale piaciutissima