PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ossessione

Io e la mia ossessione Camminiamo assieme tutte le ore
ma è nel buio della notte che mi vien paura e tremore
son così agitato che anche il piede non smette di tremare,
Sono sveglio, come amico solo un foglio
Non faccio altro che pensare alla mia ossessione
Di notte, di giorno, tutte le ore
Chi può aiutarmi? un prete, uno psicologo, un dottore?
Nessuna cura, nessun rimedio?
Per questo vizio che di certo non è un pregio.
Cado spesso nel peccato
pur sapendo, che quell'atto è sbagliato
anche adesso che ti parlo
Sto nuotando dentro al fango
Ogni volta mi ripeto basta! adesso mi rialzo!
Domattina è un nuovo giorno
Chiudo gli occhi, sono stanco
Domattina mi riprendo, ti combatto!
una penna, un foglio, tanti versi e ti sconfiggo
Solo allora potrò dire :
Questa volta, sono io ad aver Vinto.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 15/12/2013 09:37
    Ti penso... Con i pensieri di allora, con quelli nuovi di oggi. Vera

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0