accedi   |   crea nuovo account

Infanzia rubata

Viviamo sotto la falce della violenza e del malaffare,
senza possibilità di appello alla vita.

Siamo piccoli ingenui sfruttati,
... non abbiamo modo di difenderci.

Ci puoi incontrare in ogni parte del mondo,
siamo L'Iqbal, l'Oliver Twist o il Rosso Malpelo della situazione,
figli della sopravvivenza, della povertà,
del profitto senza scrupoli.

Il nostro destino?

Conoscere l'atrocità delle guerre,
impugnando armi mortali.
Lavorare in schiavitù ...
Conoscere la violenza a discapito dell'amore...
Sposarci ancor bambine...

Questa non è la nostra Vita,
non la meritiamo...

Sogniamo un mondo migliore,
fatto di giochi, di scuola...

Vorremmo poter correre liberi
in un prato dietro una palla e non cucirla...

Disegnare con matite colorate bambini come noi...
che fanno volare gli aquiloni.

Raccogliere sassi,
... per farli saltare lungo un fiume
e buttar via le ceste pesanti che piegano le nostre schiene.

Vorremmo conoscere la luce del sole
e non il buio delle miniere.

Vorremmo tornare a casa dai nostri genitori e sorridere...

Vorremo, vorremmo...
solamente smettere di lavorare
e scoprire il mondo che ci appartiene... l'infanzia.

Mortificati nella dignità,
sogniamo la libertà.

Chiediamo che non vengano violati i nostri diritti...

Chiediamo solo di esser bambini...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

15 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • giuseppe bevacqua il 09/10/2013 10:38
    I bambini di oggi saranno genitori domani, chissà se avranno la possibilità di dare un futuro migliore ai propri figli. Noi cittadini della parte ricca del mondo siamo compartecipi di questo sfruttamento, anzi ne siamo... la causa. La poesia è molto bella...
  • Raffaele Arena il 05/10/2013 23:17
    La voce, l'interpretazione di un sentimento, che a tantissimi bambini nel mondo, e non tutti per fortuna, non è permesso esprimere, o che non intendono volenti o nolenti, esprimere. E un monito severo e condiviso appieno a certi soggetti che non meritano di esser definiti uomini o donne che siano, anzi mostri. Bella e ben scritta.
  • Giulia Gabbia il 05/10/2013 15:31
    un'opera sociale dura e cruda riferiti ad una vita attuale.. molto significativa e riflessiva.. piaciuta tanto
  • Giulia Aurora il 03/10/2013 01:16
    un tema purtroppo sociale ed antico che fa strage d'innocenti
    versi profondi per un autrice sempre attenta al sociale
  • Alessandro Moschini il 02/10/2013 17:44
    Veramente parole da lodare. Purtroppo l'abuso dell'infanzia è una piaga mondiale...
  • Auro Lezzi il 02/10/2013 06:20
    Io la invierei all'Unicef questa tua dolce e VERA poesia.
  • Anonimo il 01/10/2013 22:46
    Versi intensi bellissimi complimenti!!!
  • Anonimo il 01/10/2013 19:03
    Un quadro molto realistico che ritrae un tema sociale di stretta attualità e davvero importante. La violenza è sotto gli occhi di tutti; televisioni e giornali la rendicontano in maniera ossessiva, con cadenza ormai quotidiana. Una poesia molto apprezzata, da condividere in quanto fa molto riflettere il lettore. Sinceri complimenti.
  • Anonimo il 01/10/2013 17:19
    Bravissima Caterina. Hai espresso in poesia, un tema importante e attuale. Hai fatto bene a pubblicarla. È bene che la gente apra gli occhi su simili orrori per questi bambini innocenti e indifesi! Ma purtroppo... siamo impotenti, la violenza, vi è sempre stata e ci sarà sempre!
    Sono poesie che piacciono a me, fanno riflettere. Complimenti.
  • Anonimo il 01/10/2013 16:32
    Purtroppo, non è sufficiente chiedere se, poi, non è supportato da un impegno e da scelte precise a favore di questi bambini.
    Hai fatto bene a parlarne e apprezzo la tua denuncia.
  • Don Pompeo Mongiello il 01/10/2013 11:09
    Triste eppure ancora vero, ma a loro le Celestiali porte sono sempre aperte. Bravissima!
  • Francesco Andrea Maiello il 01/10/2013 04:24
    Complimenti Caterina, purtroppo, si arriva al paradosso che l'infanzia non può contare neanche su genitori degni di tal nome!
  • roberto caterina il 01/10/2013 02:33
    Sì certo "chiediamo di essere solo bambini"... infanzia tante volte negata che viene qui con dolorosa grazia posta all'attenzione di un pensiero non distratto. Piaciuta.
  • Glauco Ballantini il 30/09/2013 21:45
    Un manifesto morale, come dice De Andrè in Anime Salve:
    " (...) come un dovere..."
  • Rocco Michele LETTINI il 30/09/2013 19:50
    Chiediamo solo di essere bambini... Chiediamo che non vengano violati i nostri diritti... Sogniamo la libertà... perché mortificati nella dignità... Che sgorgo di cuore Caterina... Ogni verso una perla... IL MIO ELOGIO

11 commenti:

  • Fabio Mancini il 05/10/2013 15:50
    La cosa brutale è che queste giovani vittime hanno perso ogni sogno e conoscono una sola realtà: quella della desolazione che li circorda. Non conoscono né immaginano che al di fuori del loro contesto esistono altri mondi. Ed è un vero peccato. Un sorriso buono, Fabio.
  • Anonimo il 04/10/2013 17:18
    versi che toccano anima e cuore... brava é una stupenda poesia...
  • laura il 03/10/2013 21:54
    versi davvero meravigliosi!!! questo argomento è molto importante e deve essere gridato ad alta voce, come tui hai fatto in questo scritto. Leggerti è stato molto toccante. Brava un grosso saluto
  • Anonimo il 03/10/2013 13:28
    Occorrerebbe maggiore pubblicità <nobile>, non banale oppure offensiva come quella che spesso scorre sui nostri televisori. Occorrerebbero punti di riferimento dei quali potersi davvero fidare per partecipare ad utili denunzie ed efficaci azioni d'aiuto... Perché è veramente tanto il male del mondo del quale veniamo solo informati rimanendo incapaci di fare qualcosa anche noi per combatterlo davvero.
    Preziosa ed ottimamente composta la tua poesia, Caterina, sempre sensibilissima. GRAZIE.
  • stella luce il 03/10/2013 06:57
    ... vorrebbero solo essere bambini... vitteime invece dell'egoismo dell'adulto che dovrebbe proteggerli... versi stupendi
  • Dolce Sorriso il 01/10/2013 15:11
    Un tasto dolente, descritto con nobile garbo... brava Caterina.
  • loretta margherita citarei il 01/10/2013 05:01
    bella e profonda poesia, complimenti
  • Caterina Russotti il 30/09/2013 21:54
    Di vederli soffrire... scusate gli errori di velocità
  • Caterina Russotti il 30/09/2013 21:53
    Grazie per i vostri gentili commenti.. I bambini mi stanno a cuore e non sopporto l ed eroi soffrire... Sono il nostro futuro e non possiamo far finta di niente.
  • Nicola Lo Conte il 30/09/2013 21:36
    Molto bella... sollevi un tema molto profondo e toccante. Ci vorrebbe tanto più rispetto e amore...
  • sara zucchetti il 30/09/2013 20:33
    Poesia molto bella che si basa su un concetto di vita importante. Condivido pienamente, i bambini hanno diritto di vivere la loro infanzia serenamente e purtroppo so che per qualcuno non è così. Parole di sfogo per far sentire quanto ti sta a cuore questo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0