accedi   |   crea nuovo account

Omaggio a Patty Smith

1. Rock'n roll niger


Su queste note rabbiose
corre il mio amore
graffiando a sangue
questa realtà da sfondare.
Vieni a possedermi
con la tua voglia maschia,
ti porterò lungo il vicolo
quello della storia
e suggerò il tuo anello
nello spasimo del vento.

La chitarra mi rapisce ora,
non ho più tempo devo correre,
lascia le trecce delle tue masturbazioni,
non c'è carta
che potrà assorbire il tuo seme.

 

l'autore silvia leuzzi ha riportato queste note sull'opera

Dalla raccolta Auto in versi


0
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 02/10/2013 19:56
    Mi piace Patty Smith bella che non tiene alla bellezza, non condivido certe sue ansie autodistruttive tipo Kurt Cobain al femminile ma la sua musica è degna di rilievo. Hai fatto bene a scrivere di lei.
  • Anonimo il 02/10/2013 10:01
    Che potenza graffiante! Addirittura " le trecce delle tue masturbazioni"... Mi vien da pensare: " Quanto son lunghe?".
    Quest'uomo ha speranza d'amare o sarà solo usato?
    Da rileggere, stando attenti a non farsi azzannare...
    Ti ho apprezzato.

2 commenti:

  • silvia leuzzi il 02/10/2013 21:51
    Grazie Antonio
  • silvia leuzzi il 02/10/2013 13:41
    Eilà Casasopra grazie mille per il tuo apprezzamento... ora a breve pubblicherò la 2° parte che è stata ispirata da un'altra canzone... seguiamoci.. un saluto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0