accedi   |   crea nuovo account

Lo squadrone... che tremare il mondo fa

Di un eccezionale Paolo Rossi.

Sta sfilando una squadra di calcio:
è l'invincibile armata
lo squadrone che tremare il mondo fa.
Il primo è il portiere: Rolling Mountains, montagna rotolante,
un portiere grosso e intelligente come un container.
Ha due mani così, due spalle così, due schiene così!
Una volta ha stretto la palla al petto
e l'ha persa tra i peli del torace.
Quello è il terzino destro Filetti,
detto Termozeta,
perché stira tutto quello che vede,
è un animale tipo per scuole barra,
ma un po' meno colto,
anche se sa leggere,
legge moltissimo;
legge gli sponsor sulle magliette:
Fiorucci, Barilla; sa leggere anche in latino:
Mediolanum, Muppye (il filosofo del gruppo),
e quello è il terzino sinistro Masolino Zecca, vai zecca!
Zecca s'attacca all'avversario e lo devasta appunto come il suo cognome.
Gioca a sinistra perché è comunista
ma a volte a Lega per protesta,
famosa la sua dichiarazione,
crede nella classe operaia ma non nei negri;
cazzo volesse dire?
Comunque è quello che dà la linea alla squadra e quello,
quello è lo stopper Attila Gheppels.
Con Attila i centravanti avversari non hanno proprio vita,
assolutamente;
ad Attila infatti le squalifiche non gliele danno a giornate ma a lustri:
un lustro due lustri tre lustri di squalifica.
E quello è il capitano, capitano, mio capitano,
è il libero Falco De Falchi,
dotato di un notevole bagaglio tecnico,
e soprannominato "Bisturi"
perché anziché entrare sulla palla
entra direttamente sulle palle dell'avversario;
e gliele porta via così! Senza neanche sfiorarle!
Ma è corretto sai?!
Una volta vedendo un giocatore avversario in difficoltà,
per consentire al massaggiatore di entrare,
gli ha gettato le palle in tribuna!
E quello, e quello è il gioiellino della squadra:
Poletti 16 anni 118 miliardi!

12

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 02/10/2013 06:40
    c'era Zoff... chiamato per il Suo mutismo il TermoZeta... fra le sue ciglia arcuate bloccava ogni pallone... Filetti... era amico-fratello e cugino di Gentile... e come Lui era molto gentile... collezionava dopo averle stirate a terra strappi di maglie... sulla sinistra c'era Cabrini... che veniva allo stadio con l'eleganza di un Cabriolet... ma quando accelerava sulla fascia.. non c'è n'era piu per nessuno.. e poi c'era Tardelli... che arriva sempre un po'tardi sul pallone... preferendo vedere il pallore sul volto terrificato dall'urlo dell'avversario... e poi diventa un commento un po' troppo lungo... e rimarra anonimo come l'arbitro di quella partita...

    simpatica Auro... con molti falli da rigore...

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0