accedi   |   crea nuovo account

Un po' meglio

"Va un po' meglio, ora?"
"Un po' meglio, grazie"
Tutto sembra fuori stagione
eppure il piacere del contrappunto
rimane
come un occhio che finge di non guardare
e vede una danza
o un abbraccio

Non basta l'inverno a dire
"Che melanconia"
Quando non cade la pioggia
una lacrima lascia la parola
avvolta di silenzio eterno
E così un pensiero torna
a folgorare la penosa vita
E la siccità è in cerca del canto acuto
dei rabdomanti
e dell'umile riso
che dà sostegno
alle immagini.

E i sogni pieni di fiori diventano profumati
E splendida appare la poesia
che ha l'odore delle canzoni
lanciate dal vento.

 

3
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 04/10/2013 14:25
    Versi che prendono perché veri... Fantastici Roberto...
  • Anonimo il 04/10/2013 09:39
    .. che bella questa tua, Roberto.
    Profonda e condivisa.
    Bravo.

2 commenti:

  • LIAN99 il 04/10/2013 14:19
    Versi emozionanti e suggestivi che entrano dritti nell'Anima.
  • karen tognini il 04/10/2013 11:58
    Roberto.. tra le tue piú belle
    C'è oltre la malinconia..
    il sogno
    . che diventa profumata poesia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0