accedi   |   crea nuovo account

Come vagabonde, talvolta

Quando il foglio rimane bianco
lo devo lasciare in disparte.
Uscir di casa, camminare,,

incontrare e conoscere.
Solo così ritrovo talvolta
frasi motivate dal cuore

che posson servire
per esser lette
contenente, contenuto

risvegliar curiosità
e sensazioni in chi legge
affinchè non restino sole,

spente, insignificanti,
alla deriva.
Come vagabonde senza meta.

 

2
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 05/10/2013 17:19
    Bella. Dar voce nei tuoi versi a coloro che incontri... Questa è poesia!
  • Giulia Aurora il 05/10/2013 17:19
    trovare l'ispirazione nella vita a vergare il foglio molto profonda e melodica la tua piaciuta tanto
  • Vincenzo Capitanucci il 05/10/2013 06:25
    Molto bella Raffaele... andare in cerca di idee vagabonde... che camminano nelle mia anima... senza una vera meta...

    a loro... uscendo.. guardando.. donare il corpo dei miei occhi..

2 commenti:

  • Mario Bruno (Ciancia) il 06/10/2013 12:47
    Quando non c'è ispirazione non si può scrivere.
    Girovagando si provano diverse sensazioni che poi danno
    idee nuove e quindi si scrivono in "poesia".
    Piaciuta molto.
  • Anonimo il 05/10/2013 08:46
    Nutrirla la Poesia! E non solo con "cibo" nostro. Bella. Viva.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0