accedi   |   crea nuovo account

Pioggia e vino

Da un calice di Luna Nuova
sereno sorseggio
frammenti di notte
e voci di donne
estraniato,
estasiato all'ascolto
del concerto dell'acqua
che batte sulla veranda
a scandire gli sguardi.

 

2
3 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Giulia Aurora il 05/10/2013 16:32
    trovo questo autore sorprendentemente musicale e lieve nel suo porsi sempre in modo mirabile
  • Anonimo il 05/10/2013 15:43
    La luna ispira sempre i versi più belli che l'anima sognante di un poeta sa produrre.
    Bravo!
  • Anonimo il 05/10/2013 14:49
    Molto bella l'immagine del poter sorseggiare da quel "calice di Luna Nuova" i frammenti di una notte, mentre l'acqua scandisce un tempo che pare non voglia più passare, nell'estasi dell'ascolto del proprio essere. Una poesia introspettiva che ho davvero molto apprezzato.
  • Rocco Michele LETTINI il 05/10/2013 14:39
    Suggestivo lo scandire gli sguardi di una pioggia battente che tocca la solitudine de la sera... Un diligente forgiato... IL MIO ELOGIO.
  • ciro giordano il 05/10/2013 11:27
    Uscire fuori di sè porta ad entrare dentro alle cose... questo sembri dire con questa tua, serena e tranquilla, profonda

3 commenti: