PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tra vita e sogno; passione e morte

All'improvviso il tuo canto
forte, tormentato, seducente,
incurante mi tuffai nel gorgo,
e benché la tua voce mi fosse distante,
riuscii a vederti distesa sul fondale.
Mi chiamavi con un nome non mio,
mi esortavi a baciarti e a lasciarmi andare,
mentre l'acqua s'infiltrava nelle nari,
i polmoni ti reclamavano come l'aria.
O dolce sirena, amante dei sognatori,
dei poeti e dei temerari, non separarti
dalle mie labbra, non scostare i tuoi seni
dal mio battito, perché il mio destino
si compia nella trasparenza delle tue acque.

 

2
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 07/10/2013 13:40
    Malinconica, ma molto bella nei suoi versi. Complimenti

3 commenti:

  • Dolce Sorriso il 07/10/2013 22:15
    non scostare i tuoi seni dal mio battito... bellissimo
    grande Fabio, grazie di emozionarmi sempre...
  • loretta margherita citarei il 07/10/2013 17:51
    molto bella nella sua malinconia bravo
  • LIAN99 il 07/10/2013 15:22
    Versi estremamente coinvolgenti per l'intensa descrizione di un'attrazione fatale!...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0