username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Lu pastureddu

Chiovi
e
sciuscia lu ventu
sutta la 'ncirata
sta lu pastureddu
cù li stivali
nì lu fancu,
chini di crita
chi renni
ogni passo
chiù pisanti.
Mancianu
li picureddi
sutta l'acqua
frisca,
qualchi picuredda
fa -MEEEH! ,
pari chi parla
e
dici:-
" Quantu eni filici
lu nostru patruni
nì talia cù granni
amuri,
nì accudisci,
ni custudisci,
comu
i sò figghi".
Pì passatempu
nì la sò menti,
lu pastureddu
canta
e
dici:-
"Manciati, manciati,
tantu latti fati,
picchì li mi sacrifici
aviti a primiari
accussì io
e la me famigghia
na vita tranquilla
putemmu fari"
Ridi lu pastureddu!


TRADUZIONE:-

Il pastorello

Piove

12

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • tania tania il 11/11/2007 23:09
    molto carina... mi hai fatto sorridere! A rileggerti! Tania

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0