username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Dopo la Pioggia

Stilla la gronda nel solitar
de la campagna
d'in su per l'aia
screziata di pioggia;
non s'ode romor
da la vigna smunta,
si non l'assiuol
che su' bei rami trilla.

Lo ciel che di tea
si fe' lo giorno,
or s'avvolge d'un cinereo manto:
di nubi cinge un funereo silenzio
infra li monti e li smussati clivi.

E tace il vento
per le sopite altalene;
mentre vien l'or
da l'ermo borgo
ogni tinello par si schiara:
dell'auto la fanfara
tranquilla si gode
ne le strade più remote...

Quelle che si scorgon
fra taglietti di verzura,
quel'colà da i boschi
ove 'l cor mio si spaura;
quelle che 'l pianto dell'aer
par non le batta,
quelle 'n cui la nebbia
ogne ricordo caccia.

Tremolan le polle
pe li campi brulli,
gorgogliando pian
tra le muschiose zolle:
trasparenti esistenze, le nostre,
come bolle,
che mai vedran
salir l'aura da 'l colle.

 

4
4 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ignazio de michele il 30/01/2014 06:46
    stesura d'alta Scuola estensoria, classicheggiante al punto giusto rende magnificamente il Paesaggio intento a sgoccilar la pioggia.
    brava!
  • Anonimo il 07/11/2013 14:15
    Descrizioni paesaggistiche suggestive ed intensamente coinvolgenti, bagnano l'anima del lettore, impregnandola di poetiche sensazioni, proprio come avviene nella natura DOPO LA PIOGGIA. Lirica piaciuta molto!
  • Rocco Michele LETTINI il 09/10/2013 06:51
    Un'atmosfera leopardiana che pregna il cielo di cotanta poesia de la natura... IL MIO ELOGIO ALESIA SEMPRE ACCURATI E DILIGENTI VERSI...
  • LIAN99 il 09/10/2013 00:27
    Poesia dal sapore classico, davvero molto suggestiva e ben scritta. Ampio il respiro delle scene e dei paesaggi descritti; immagini poetiche intense ed efficaci che lasciano nell'Anima emozioni profonde.

4 commenti:

  • augusto villa il 01/02/2014 23:07
    Un bel quadretto!... Poesia scritta davvero bene... Complimenti!
  • salvo ragonesi il 13/10/2013 12:03
    bel verseggiare si vede che abbiamo imparato bene la lezione dei grandi se cosi li vogliamo chiamare. brava. salvo
  • loretta margherita citarei il 09/10/2013 04:54
    molto assomiglia ad una poesia di un'autore, fra i poeti minori dell'ottocento
  • romana il 08/10/2013 23:08
    Lo ciel che di tea
    si fe' lo giorno,
    or s'avvolge d'un cinereo manto:
    di nubi cinge un funereo silenzio
    infra li monti e li smussati clivi. Lirica molto bella, scritta in un tuo modo unico, originale

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0