accedi   |   crea nuovo account

Le guance ripresero il loro colore

Avrei voluto che fosse
una valanga di neve
per poter affondare e sprofondare
e solo dopo esserci del tutto sommersa
avrei capito se ero felice
o folle di paura.
Il piacere si mescolava
e gettandomi su di lui quasi volando
non conobbi mai tristezza
dopo l'amore
mi colmava i sensi
ma mi lasciava insodisfatta
delle mie fantasie
e l'amore riprendeva
con una furia pari
a quella del litigio.
Fra le tue braccia
ondeggiai con un petto
non di ampie dimensioni
ma ben in fuori
e tutt' intorno
l'aria tiepida e calda
l'azzurro teso sgombro di nubi
e nel silenzio del sole
le guance ripresero
il loro colore.

 

0
6 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 11/10/2013 10:48
    Un amore dolce e passionale allo stesso tempo... Forte la metafora della neve o meglio della valanga che come tu hai detto vuol esprimere un tuo dubbio se affrontare un amore... Con serenità , come la neve soffice e bianca o mollare perché travolta da una valanga che potrebbe farti paura... Sentimenti descritti con mirabili versi
  • francesco contardi il 09/10/2013 19:27
    tocchi di passione subito da smorzati da tenerezze e cosi via. Un miscuglio d'eccitazione, semplice amarsi, avvinghiarsi, coccolarsi! Tante volte ci è capitato, ora mi hai dato la descrizione di questi attimi. Io ho captato questo con questa tua opera, sbaglierò, ma l'importante è trasmettere
  • Rocco Michele LETTINI il 09/10/2013 14:56
    FOTOGRAMMI D'AMORE PIACEVOLI A VIVERLI... LODEVOLE VERSEGGIO...

6 commenti:

  • augusta il 11/10/2013 11:34
    grazie caterina... hai messo a fuoco perfettamente... un grande beso
  • augusta il 10/10/2013 08:24
    dopo questo tuo interventoo francesco.. ho deciso di non cancellarla... ma ripeto il mia intenzione avrebbe voluto essere un'altra... proprio la protagonista... che fa del sesso il suo tormento... e la valanga di neve per essere sommersa... vuole capire... se affondare o riemergere... e come quasi sempre per esprimere ciò che voglio trasmettere il mio tema preferito è l'amore... in tutte le sue sfaccettature.. 1 beso... grazie...
  • augusta il 09/10/2013 16:53
    è uscito anonimo ma sono io.. AUGUSTA... h 16. 49.. del 09. 10. 2013..
  • Anonimo il 09/10/2013 16:49
    ringrazio rocco e margherita per il loro passaggio sempre gradito... per bruno... forse questa mia è arrivata lontano da ciò che mi prefiggevo... voleva essere non tanto una descrizione di un rapporto fisico ma la tribulazione di lei... se decidere di essere felice accanto a quest'uomo oppure ha così paura di questo sentimento... e la descrizione come dici tu non vuol intendere come atto sessuale... per le guance che ripresero il loro colore... intendo come sia ancora incerta la protagonista... se continuare o lasciare... cmq ti ringrazio della tua sincerità... e questa la ritengo una bella cosa... un grande beso a voi... tutti...
  • bruno guidotti il 09/10/2013 15:06
    Penso che la poesia, per essere tale, debba raggiungere certe vette, altrimenti sono solo frasi, e questa per quanto mi riguarda, è una buona descrizione di un rapporto fisico.
  • loretta margherita citarei il 09/10/2013 14:21
    sensuale piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0