accedi   |   crea nuovo account

la favola immensa

e mi persi nel tempo che fu
tra le dita di un soffio sottile
coperto da un velo
rimasi sì immobile
nell'aver cercato
quell'ombra che mi parve
sempre sfuggita.

i passi solcarono strade infinite
ai loro cigli
alberi e fiori
mi soggiunse il pensiero
di un luogo incantato.

fui travolto
ed a tratti rapito
vivevo in un quadro
dagli eterni risvolti
mi misi a frugar
tra tanti colori
arrivai così ad una grande porta.

decisi di aprirla
con tutta la forza
senza nascondere la mia paura
di non trovar
ciò che mi aspettava
e col timor
che si fosse già chiusa.

la meravigliosa visione
mi accolse felice
leggiadra dal manto fatato
mi porse le mani e mi trascinò
nel suo tesoro
e mi raccontò
la favola immensa
che mi addormentò.

al mio risveglio
fui sì contento
di aver trovato
in quell'ombra sfuggita
il mio ricordo che porto nel cuore
di un tuo sorriso
mio eterno amore.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0