accedi   |   crea nuovo account

Ai piè d'un castello

Un dolce ricordo alla mente
riaffiora ogni giorno più bello:
sul mare quel sole che scende,
un bacio ai piè d'un castello.

Odore di terra bruciata,
di mare, di alberi in fiore,
è là che sei stata abbracciata,
cogliendo il mio pegno d'amore.

Salendo sull'erta collina
incontro al severo maniero
sostammo a mirar la marina,
la baia e il dirupo costiero.

Poi giunti nell'atrio silente
cogliemmo da bifora antica
bagliori dell'astro cadente,
sul pelago e campi di ortica.

Pensando a quel giorno stupendo,
io vedo il presente fra noi
segnato dal sole, dal vento,
da luce, da ombre, ma poi,

in fondo a due cuori felici
predomina il rosso bagliore,
passione, dolcezza e ti dici
che regna fra noi solo amore.

E voglia il destino sia vero
che un dì nostra polvere arsa
al vento del vecchio maniero
da mano pietosa sia sparsa.

Zeliezovce, 9/8/2007

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • sara rota il 28/09/2007 08:46
    Un riferimento al passato, al presente ed al futuro che vedi roseo e pieno di passione. Non importa quel che è stato, ma importa quel che sarà.
  • DOMENICO DE MARENGHI il 10/09/2007 13:24
    Se è farina del Suo sacco, a parte qualche incongruenza, non è male...
  • alberto accorsi il 07/09/2007 15:40
    D'altri tempi. Bella.
  • Maria Gioia Benacquista il 06/09/2007 15:16
    Ignazio, la tua poesia è bellissima, come è bello il ricordo che ritorna nella tua mente. Molto musicale.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0