accedi   |   crea nuovo account

Onde

Queste ondine di lago
così piccole
carezzine di bimbo felice
in corsa traversa
giungono sulla sabbia
in saltello si spengono
Quel cigno solitario
tiene in arco a sussiego
un collo augusteo
lontano dal tuffo dei gabbiani
pescatori affamati
sfruttatori della luce tramontina
per cogliere meglio il cibo sott'acqua
Trillano le foglie dei salici
mentre il gatto s'avventura sul pontile
incuriosito come quest'uomo che scrive

 

0
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 11/10/2013 16:02
    onde come carezze... parole delicate e sensibili...

3 commenti:

  • Giuseppe Amato il 11/10/2013 20:27
    grazie per i vostri commenti... sono anche loro carezze all'ego
  • Caterina Russotti il 11/10/2013 18:19
    Complimenti una poesia che coi suoi versi, dipinge un lago autunnale, dove i gabbiani felicemente ed indisturbati si tuffano in cerca di cibo.
  • Chira il 11/10/2013 14:16
    Sensibilità e curiosità che fanno della natura un dipinto di parole!
    Tutto si vede. Bella bella, Giuseppe!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0