username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

E dirsi ciao

Ebbro der si, ch'io strappai, gongol passo...

Dintro lo core non stilla che bruci,
Indi sol fervido amor, pulsa, or lieto:
Reggia è la favola ch'aurea s'avanza.
Scruto il venire, non trovo me incerto,
Indole umana non lassa nò gelo!

Chiaro, postar voglio, chi creder stenta
Insito comma che mutanza ei porti
A lo cammin vostro, falso, tortuoso:
Oh miei, n'assieme, l'ignuno ristora!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

13 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Centrone Stefano il 16/10/2013 20:30
    Caro Rocco, questo tuo acrostico mi fa venir in mente i miei "dirsi ciao" che ho vissuto quando ero più giovane.
    E mi rattristano... a pensarci.
    Condivisa..!
  • Raffaele Arena il 16/10/2013 15:07
    Ci sono delle parole che non riesco a capire e meriterebbero una sorta di glossario, per esser tradotte. Comunque anche in questa tua c'è insito il sentimento di ricerca di amici, anche di passaggio, da poter salutare. Penso che talvota, e questa è una mia considerazione di carattere tecnico e non un giudizio sulla tua opera, l'inquadratura metrica e l'uso di un particolare lessico, ma questa è caratteristica della poesia ricercata di ogni tempo", molte volte rende troppo "criptico" e sentito, il messaggio che una persona vuol mandare. E con questo ti faccio i miei complimenti per il tuo virtuosismo dal contenuto sentito e realistico, del quotidiano nostro vivere e incontrare!
  • Giulia Aurora il 15/10/2013 20:27
    Si ammettiamo i nostri limiti non è sempre decifrare questi scritti ma di indubbia bellezza
  • Anonimo il 14/10/2013 22:41
    Inconfondibile Rocco! Bravo negli Acrostici come sempre!
  • Giulia Gabbia il 14/10/2013 19:27
    un acrostico originale e sentita con sfumature di malinconia... ottima
  • Anonimo il 14/10/2013 19:10
    Non sempre è facile DIRSI CIAO, quando si è vincolati dal sentimento che unisce il proprio cuore a quello altrui. Del resto, nessun "ciao" avrà la persona che non s'allinea con l'anima dell'altra. Acrostico molto particolare e significativo nel contenuto.
  • loretta margherita citarei il 14/10/2013 18:53
    appassionante acrostico, bravissimo amico caro
  • rescaldani franco il 14/10/2013 13:39
    E io passo gongolando per un si che mi regala un ciao sinonimo di fervido amore: un ciao duraturo.
    Chiaro il messaggio che chiude questo tuo acrostico per chi è duro a capire: solo chi non si apre, non conquista l'assieme e nessun ciao nel tempo mai avrà.
    Bravo Michele.
  • Caterina Russotti il 14/10/2013 13:35
    Complimenti Rocco davvero.. davvero bello questo acrostico. Sei un mito nelle poesie in verseggi.
  • Anonimo il 14/10/2013 12:08
    Un acrostico che la dice tutta s'una propria personale esperienza e sulla realtà intorno.
    Sempre bravo Rocco e con un messaggio molto preciso.
  • Don Pompeo Mongiello il 14/10/2013 11:37
    Pur accorandomi al coro, non è purtroppo di facile lettura, e la massa scappa, ma io l'ho capita e ti elogio!
  • Vincenzo Capitanucci il 14/10/2013 07:47
    ebbro di un sì... or lieto il mio amor... pulsa nel sol...

    bellissmo acrostico... Michele...
  • Anonimo il 14/10/2013 07:38
    un meraviglioso acrostico in verseggio proprio e bello del valente autore...

4 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 15/10/2013 11:32
    Grande Rocco, applausi.
  • Anonimo il 14/10/2013 16:14
    Non sono decisamente alla tua altezza, Rocco... non tutto ho capito... Ma una frase mi è rimasta dentro, chiara, e tanta gioia mi ha dato: "Scruto il venire, non trovo me incerto"!
  • laura il 14/10/2013 11:51
    molto bello questo acrostico... ho avuto un po di difficoltà nel leggerlo, ma ho compreso il senso. Bravo Rocco un grande saluto
  • roberto caterina il 14/10/2013 10:17
    Bello acrostico, Rocco...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0