accedi   |   crea nuovo account

Credevo in te

A te che non sai
quanta poesia rimane
in un cuore malato,
ti chiedo com'era,
quel gesto sincero
che mano scrisse
senza paura e pudore?
Perche' allora,
quella leggerezza
cosi' superficiale
mi ha consegnato
nudo e indifeso?
Fragile anima
In pasto alle fiere,
fragile cuore
su un vassoio d'acciaio.
E ora cosa mi resta?
La solita mano
che scrive piangendo
e io,
di spalle alla vita
che impietosa scappa

 

1
3 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 30/10/2013 17:22
    Molto bella, intensa, sentita... scritta col cuore malato d'amore...
  • Don Pompeo Mongiello il 28/10/2013 09:02
    Un serto dovuto per questa tua sublime!
  • Anonimo il 17/10/2013 12:33
    Non è facile guarire il nostro cuore, dopo essere stati pugnalanti nei sentimenti. L'amore, come gli affetti sinceri, talvolta, viene ripagato con incomprensioni ed incongruenze davvero spiacevoli. E, spesso, si rischia di far ammalare l'anima, dopo avere offerto fiducia alle persone nelle quali "credevamo" simili a noi. Una poesia dettata da un'autore che ha conosciuto la fine di una storia ma che, indubbiamente, sa amare profondamente. Questo emerge dai versi appena letti!
  • Caterina Russotti il 16/10/2013 16:46
    Solo chi ama davvero.. Si ritrova con un cuore malato quando una storia finisce... ed allora scrive. Per mettere su un foglio bianco, la sua anima.. i suoi sentimenti..
  • Rocco Michele LETTINI il 16/10/2013 14:16
    E ora che mi resta? La solita mano che tiene ancor vivo un amore perso con versi che piangono un presente non "soddisfo" al fluire de le ore... Suggestivo decanto...
  • Vincenzo Capitanucci il 16/10/2013 12:29
    quanta poesia in un cuore malato...

    molto bella Ernesto.. avrei dovuto credere in me...

3 commenti:

  • Alessandro il 17/10/2013 00:57
    Un cuore offerto su un vassoio, fiducia tradita come una pugnalata alle spalle. A volte si rischia, donando fiducia agli indegni. Sono ferite che aiutano a crescere. Piaciuta
  • stella luce il 16/10/2013 22:25
    versi sofferti... di un cuore malato che ha tanto amato...
  • salvo ragonesi il 16/10/2013 10:45
    in un cuore malato d'amore quanta poesia rimane :una vita. bella. salvo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0