accedi   |   crea nuovo account

Inevitabile attesa

Tesserò con fili di seta un laccio
cingerò la tua vita ossuta
per costringerti a non andare a cercare.

Raccoglierò in alambicchi di cristallo
le lacrime da te versate
per dissetarti dalla sete.

Scriverò su pergamena di carne
versi come canti di sirene
per rivestire i vuoti lasciati dalla mancanza.

Ascolterò i gemiti del tuo cuore
impedendoti di sentire
per non farti ancora ingannare.

E quando ormai sarà lontana
ti lascerò all'attesa
del suo inevitabile ritorno.

 

5
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 21/10/2013 19:04
    Molto bella, dolce, intensa e sentita Stella.
    Brava, come sempre!
  • Rocco Michele LETTINI il 19/10/2013 08:44
    Intenso e acuto verseggio rabbiosamente forgiato...
  • roberto caterina il 19/10/2013 07:29
    inevitabile è la parola chiave per comprendere questo tuo poem...

3 commenti:

  • sılɐɹʇsnɐ snɐʞ il 19/10/2013 12:23
    MOLTO belli e dolci i tuoi versi...
  • SalvatoreCierro il 19/10/2013 09:43
    accanto ai recipienti di caffè e zucchero, c'è un altro dove c'è scritto "stella luce" che contiene Amore puro e quando è vuoto reclama con queste parole altro Amore
  • Chira il 19/10/2013 09:34
    Sono versi di forte impatto emotivo... sembra un parlare a se stessa o ad altra persona assai cara alla quale evitare ancora una volta il dolore dell'inganno e di un'attesa che non sembra mai finire. Immagini intense. Sempre più brava Stella, a scandagliare le pieghe dell'anima.
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0