PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Una capriola

Chiudere gli occhi o tenerli aperti
non serve a capire e neanche a pensare
a tutta la terra che hai bruciato
sottraendo un istante di sole
o di pioggia, a un metro quadrato
di prato, durante una capriola

"Ricadrai di schiena e ti solleverai
senza peso, diversa"
così avrai pensato di te ma io ti dico
che potresti anche ritrovarti
in un altro punto del tuo universo
o più semplicemente non ti ricorderai
e potrai senza meno essere
un'altra, qui dov'eri prima,
senza crediti in sofferenza né complessi

ritrovare te incosciente di noi stessi
e con una ineffabile consapevolezza
svagata, senza stupore, persa
in durezze ed estremismi da amante
generica, interprete del ruolo
di sceneggiatrice per un bieco personaggio

e così potrei, adesso io (proprio io
quel bieco, quello scarafaggio di Kafka)
chiedere a te o a me, sai che è lo stesso,
una mano per attraversare
nel tuo campo sempre più avverso
emozione, riequilibrio o rivincita, finanche
recupero del sesso, e ritrovarmi indenne
dal non aver mai marinato
una scuola o un incontro

io che ho lasciato
al fondo quella parola pesante
di chiarimento, tra foglie arse
di un prato che per un istante
ha perso pioggia e sole
sotto un'ombra fugace nata dall'amplesso
di una vecchia madre terra sterile
e di una capriola
negli occhi del bambino
in cui sono inciampato

 

3
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 25/12/2013 11:03
    Bellissima Nicola... metamorfosi in capriola..
    Ricadrai di schiena e ti solleverai
    senza peso, diversa"

    ho sempre pensato che bisogna rovesciare l'albero... tutto il nostro modo di pensare e di vedere... e di attingere luce dalle nostre radici celesti...
    buon Natale Nicola...
  • Ugo Mastrogiovanni il 23/10/2013 10:51
    Un rapporto di pienezza tra l'essere uomo e il resto delle cose; versi suggestivi e di grande spessore lirico.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0