username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Erba di casa mia

E torno ne l'eden, in cui marmocchio
Ridente, lasciai piaceri e saltelli
Baldorie e strepiti e tant'altro allora,
A st'ora scrosciante avaro filare.

Demonio pago, ha scippato, a me stremo
Incline ardore, affilianno vagheggio.

Chiarore non vedo, amico non trovo
A la solinga, mutata borgata.
Selvaggi arbusti, gettati micetti
Alloggian fieri, dimoran devoti.

Morir sol posso ne l'aspro rimpianto.
Incerto lo tempo, vicino ancor pioggia:
Attorno non provo antico sollazzo.

 

4
9 commenti     9 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

9 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 24/10/2013 12:31
    Ricordi soltanto nostri, in grado di fare i confronti con quello che esiste oggi. Solo chi l'ha vissuto può immaginare cosa ha perduto!
    Bellissima Rocco!
  • Alessandro il 22/10/2013 21:12
    Linguaggio classico, struttura complessa, atmosfera desolata. Versi di grande spessore.
  • Don Pompeo Mongiello il 22/10/2013 10:39
    Semplicemente stupenda e non so altro da aggiungere!
  • Anonimo il 22/10/2013 08:42
    Caro Rocco, quest'opera mi ha fatto venire in mente la canzone cantata da Massimo Ranieri avente lo stesso titolo della pubblicazione. In entrambi i casi, la nostalgia era il motore che azionava lo sviluppo sul tema trattato e, di cui, tu, hai fatto un acrostico molto commovente. Letto con piacere!
  • Anonimo il 21/10/2013 20:47
    Bellissima e molto sentita Rocco. Ricordi nostalgici rimasti nel cuore...
    Bravissimo Rocco!
  • Centrone Stefano il 21/10/2013 16:22
    È una sfilata (se mi permetti di dire) di versi che mi portano a conoscere più da vicino la vita di una persona. La paragono alla mia e dico: - È uguale...!

  • Caterina Russotti il 21/10/2013 09:08
    Erba di casa mia, l'eden dei miei ricordi... Tristezza nel tuo cuore nel vederlo abbandonato... È il tempo che passa e nulla rimane uguale... Tranne nei nostri ricordi. Stupendo acrostico.
  • loretta margherita citarei il 21/10/2013 08:59
    erba amara il ritorno a casa, passa il tempo e tutto muta, sentita poesia, bravo rocco
  • Vincenzo Capitanucci il 21/10/2013 07:59
    tornare nell'Eden.. sotto una fitta pioggia...è la via Michele...

    ottimo acrostico... sul tornar ai prati di casa... e non pensare che l'erba del vicino sia più verde...

9 commenti:

  • bruna lanza il 08/01/2014 19:03
    e l'antica dimora divorata dagli arbusti, figli silenti dell'oblio del tempo... che cancellare non può il ricordo nostro
  • augusto villa il 31/10/2013 16:12
    Una bella poesia... molto ben scritta... e molto piaciuta...
    Complimenti Rocco!... ---
  • Giulia Aurora il 23/10/2013 23:57
    Rimpianto che ci accompagna a cui si cede una bolla densa che avolte stringw troppo
  • stella luce il 21/10/2013 17:11
    il ritorno in un luogo che tanto ci ha resi felici ci ha visti nascere... tutto appare diverso, come di certo anche tu sei diverso, avere nostalgia credo sia giusto... bellissimo acrostico
  • franco buniotto il 21/10/2013 12:39
    bellissima Rocco. Potrei esserci io al posto tuo, tanto rassomiglia alla tua, la mia fanciullezza. *****
  • Chira il 21/10/2013 11:06
    La realtà è spesso meno bella dei ricordi... il nostro eden ha posto solo nei sogni. Nostalgicamente bella, dolce e tenera!
  • Anonimo il 21/10/2013 09:34
    tutto assume un altro aspetto pur essendo ricco di bei ricordi... verseggio meraviglioso bravo rocco...
  • Anonimo il 21/10/2013 07:44
    No, Rocco, non lasciarti distruggere dal rimpianto... I ricordi devono essere dolci compagni del nostro impegnato presente... Però credo che, in quanto a Te, sia proprio il troppo impegno, il troppo dedicarti continuamente agli altri, a non farti vedere <un presente tuo>, a vivere in compagnia solo del passato. Ma... il presente vuol essere anche <tuo>. Tuo, Rocco Michele!
  • anna marinelli il 21/10/2013 07:35
    Grondante Nostalgia del tempo passato.. ma il ricordo è dolce, dolce Michele!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0