PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ingenuità

Fu per ingenuità che mi avvicinai alla riva del fiume.
L'acqua correva levigando le rive.
Credevo che vedere il fondo mi avrebbe protetta.

Fu per ingenuità che ti chiamai amore.
Il cuore batteva di passionali parole.
Credevo che vedere il fondo mi avrebbe protetta.

Fu per ingenuità che scortai alla frontiera la speranza.
I sogni uniti alla fantasia alimentavano la vita.
Credevo che vedere il fondo mi avrebbe protetta.

L'ingenuità mi ha tolto la vita.
Sul fiume ora scorre il mio cuore.
Dei sogni solo il torpore è rimasto.

 

6
7 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 26/10/2013 11:22
    L'ingenuità così vicina al fidarsi... all'affidarsi del cuore
  • Don Pompeo Mongiello il 24/10/2013 13:30
    Un serto floreale per questa tua eccelsa davvero!
  • Rocco Michele LETTINI il 23/10/2013 07:40
    L'ingenuità ha sempre un prezzo da pagare... Verseggio espressivamente encomiabile... IL MIO ELOGIO STELLA
  • ciro giordano il 22/10/2013 21:40
    tutto il racconto si condensa nella bella, struggente terzina finale... bilancio amaro di una vita, c'è chi dice chel'ingenuità è un peccato, io non sono d'accordo, certo, fa soffrire, ma preserva il cuore puro... bella stella
  • Caterina Russotti il 22/10/2013 21:29
    È l'ingenuità che fa parte di alcune donne... Quelle che credono nell'amore vero... Ingenuità ... Sentimento fragile... Che trova sempre terreno fertile in chi non sa guardare nel profondo dell'ingenuità ... Stupenda
  • Glauco Ballantini il 22/10/2013 21:20
    Il fiume è traditore... più del mare. Il mare lo dichiara che è grande e non scandagliabile ad occhio. Il fiume, facendo vedere la riva opposta, da la sensazione di poter essere controllato. "La mia casa è il mare con un fiume, no non lo posso cambiare" I. Graziani.

7 commenti:

  • Anonimo il 29/10/2013 11:33
    "... essere ingenui e credere nelle persone e nelle cose lo si paga a caro prezzo". Condivido la frase del tuo commento... ci sono passata anch'io.
    Ci serve di lezione in futuro... prima di fidarsi ciecamente, mettiamoli alla prova!
    Stupendi versi.
  • cadoni angelo il 26/10/2013 18:39
    Sei unica... bella.
  • stella luce il 24/10/2013 07:34
    l'ingenuità nel vivere credo che forse certo ti faccia in parte restare legato alla semplicità... ma in questo mondo fatto di falsità, sopprusi, ed egoismi, essere ingenui e credere nelle persone e nelle cose lo si paga a caro prezzo... grazie a tutti per i vostri bellissimi commenti...
  • Ugo Mastrogiovanni il 23/10/2013 11:37
    Quando si lega ai sentimenti, l'amore, specie se confuso dalla passione, diviene inesperienza e sfocia nell'eccessiva fiducia negli uomini e nelle cose. Col tempo, a facile portata di mano, si rileva essere stato solo ingenuità e mostra la sua saldatura fra realtà e illusione. Questi versi, cocenti e commossi, ne stilano un malinconico resoconto.
  • Chira il 23/10/2013 06:55
    ... se ti dicessi di non cambiare mai?! Rarissimo è incontrare l'ingenuità che è solo purezza d'animo e beato chi sa accogliere il tuo Amore. Ora salva il tuo cuore, non sprecarlo ma fallo battere ancora per un Amore vero. Splendente Stella!
  • loretta margherita citarei il 23/10/2013 04:41
    l'ingenuità si frantuma con la cruda realtà , purtroppo nn si conosce la malizia dell'altro, piaciuta
  • Alessandro il 22/10/2013 22:05
    Un candore dell'anima pagato a caro prezzo. Apprezzatissima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0