PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

SE FOSSI DIO

                   
Se fossi Dio
quel Dio che gioca a dadi con la morte
darei altro destino e altro tempo
        al figlio-uomo che insegue arcobaleni
ed ogni tanto
                              proprio come un padre
mi lascerei vincer ridendo
      dall’uomo-figlio che desidera sfidarmi

E da buon vecchio
o da buontempone
scenderei dal piedistallo dei padroni
e andrei incontro
                                    ai miei superbi eroi
                  in questa dimensione tera-terra

                                                      E direi
                                    a questi mie testoni
dell’universo nato da un’idea
del primo figlio creato da un sospiro
            e dei miei sogni chiusi in una stella

Se fossi Dio
quel Dio che fa del tempo il suo sicario
scalerei le vette di ogni cuore
senza magie
                          e magari in montain-bike
e in ogni cuore lascerei la mia frequenza
il mio indirizzo interstellare
                                        il numero di fax
            e il sito del mio spazio cibernetico

E giocherei
magari a nascondino
                  con l’ultimo sovrano-dittatore

Se fossi Dio
            sarei il padre più scemo della terra.




Poesia inserita nella pubblicazione: FRECCE CONTRO IL CIELO Ed. ILA PALMA, 2000

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Nenia Samael il 20/08/2010 16:26
    Ma prego! Ho detto solo la verità!^_^
  • Michele Sarrica il 20/08/2010 12:55
    Gentile Nenia Samael, ho letto è apprezzato il tuo commento e ti ringrazio anche per l'accostamento lusinghiero col grande Trilussa.
  • Nenia Samael il 20/08/2010 00:57
    bellissima!!! mi hai ricordato un po Trilussa, che non a caso è uno dei miei poeti preferiti
  • Angela Maria Tiberi il 27/09/2007 07:48
    Gentile sig. Michele, rimuovi il commento non l'ho inserito io ma lo staf. Credo in ciò che le ho detto. Con stima, Angela
  • Michele Sarrica il 07/09/2007 02:38
    Grazie, Natalia, per l'apprezzamento per la vicinanza del "sentire"! Cosa dirti, ognuno di noi è la summa di tanti che ci hanno preceduto e dei pochi che ci hanno guidato! Poi, ognuno, nella sua singolarità, dopo avere macerato la lezione, dovrà trovare la strada giusta per uscire dal "coro" e mostrare la sua vera identità, il suo linguaggio: lo stile che lo caratterizza e distingue! Non posso dirti altro che tu non abbia già detto! Ciao!...
  • Michele Sarrica il 06/09/2007 20:39
    Cara Angela, grazie per il tuo commento, ma, soprattutto, per la lezione, gratis, di catechesi! Se ritieni di non aver offeso il mio sacro pudore di scrittore, perché evidenzi il fatto che posso anche rimuovere il commento? Dove va a finire la tua fede per l'uomo e per le cose che predichi? Forse non sei nemmno tu covinta di quello che scrivi? Ciao!..
  • Angela Maria Tiberi il 06/09/2007 12:59
    Questo è il pensiero dell'uomo che cerca di comprendere il Creatore con il suo pensiero. Mi permetto di dirti che le Sacre Scritture mettono in evidenza la libertà di scelta data dal Signore ad Adamo ed Eva, di non mangiare il frutto della conoscenza del bene e del male altrimenti sarebbero morti positivamente. Loro scelsero l'indipendenza di conoscere anche il male e la morte fece parte del sistema di vita umano. Il Dio superbo di disubbidienza ha accecato la mente ad altri angeli ribelli e domina l'uomo, che ama il male. Il male è entrato nel cuore degli uomini che deliberatamente hanno scelto "guerre, assassini ed altre opere malvagie". Gesù Cristo con la sua morte ha vinto il mondo e il suo Dio malvagio. Le scritture dicono che ci sarà la resa dei conti per ciascun uomo" vita eterna o morte eterna". Cosa scegliamo? Non ho inventato niente e tutto scritto nella Bibbia. Ci sarà rimuovi commento? Lo staff deciderà. Spero di non averti rattristato con il mio commento o qualcun altro. Stimo le persone anche se pensano diversamente da me.
  • Riccardo Brumana il 05/09/2007 07:49
    ok, lieto d'aver trovato un nuovo amico allora a rileggerci.
  • Michele Sarrica il 05/09/2007 01:37
    Caro Riccardo, tu dici proprio bene quando scrivi che ci sono molti poeti che si offendono quando la loro"opera" non ottiene un certo riscontro. È naturale! Io ti ho spronato alla replica perché mi piace ascoltare, comprendre, "crescere". La polemica è una benda che ci acceca e non serve a nessuno! Grazie, davvero, per la tua attenzione! Ciao!...
  • Riccardo Brumana il 05/09/2007 01:01
    visto che me lo chiedi... non mi convince 1-il modo con cui ti rivolgi a Lui Es.: quel Dio. Quel!? 2-Dio che gioca a dadi con la morte? non credo che sia un gioco per Lui 3- scenderesti dal piedistallo? perchè, chi c'è su ora? Lui? non credo. 4- non mi piacciono alcuni versi; scalare i cuori in bici!? lascieresti il numero di FAX?? 5- se fossi Dio... giocherei a nascondino con il dittatore?!?. Veramente?
    ti ho letto e votato, mi è sembrato corretto mostrarmi senza entrare troppo nel dettaglio, purtroppo ci son persone che non sopportano le critiche e innescano polemiche a non finire se la loro poesia non viene sempre e comunque lodata. ma non è il tuo caso giusto?
    spero d'essere stato abbastanza esaudiente stavolta.
  • Michele Sarrica il 05/09/2007 00:32
    Visto che sei un fine poeta e, certamente, saprai pur cosa voglia dire "critica", non credi che potresti sprecare qualche altra parolina per dire al pubblico di POESIERACCONTI, e al sottiscritto, cosa non ti convince? Forse non ti convince la firma? Si può sempre autenticare! Ciao!... L'autore!
  • Riccardo Brumana il 05/09/2007 00:09
    non mi convince...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0