PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ultimo volo dell'aquilone

Vorrei volar come aquilone
che rompe il filo e sale su pel cielo
nel sonno più profondo della notte
vorrei poter passar da vita a morte.

 

2
6 commenti     7 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

7 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 14/10/2014 13:50
    Bellissima poesia, ma non certo un sonetto, per esserlo ci manca ancora una quartina ed un terzina, ed in più in rime.
  • Anonimo il 21/01/2014 08:05
    Nell'incoscienza del sonno la tua anima vorresti che delle l'ultimo saluto al corpo e leggera volasse in celo come un aquilone.
    P. S. scusa per il commento sotto un po' ironico. Ciao
  • Salvatore Masullo il 20/01/2014 21:17
    Lasciare questa terra senza soffrire nelle ultime ore di vita in fondo è un desiderio legittimo che un po' tutti si augurano. Bella la metafora con la leggerezza dell'aquilone che sale su nel cielo... Lirica breve ma pregna di significato. Piaciuta Salvo!
  • Roberto Moschino il 21/11/2013 16:36
    Voli sulle ali dell'aquilone verso una meta sconosciuta con la semplicità la fiducia l'emotività di un bambino che ne segue il viaggio. Eppure per conoscere cosa è la morte occorre sfiorarla soffrirla nella sua apparenza e così assimilarla per sopravvivere.
  • Rocco Michele LETTINI il 24/10/2013 09:03
    Bello sarebbe vivere i tuoi versi pieni di gioia...
    LODEVOLE CORREDO D'INCANTO...
  • Anonimo il 24/10/2013 07:04
    Un bel sogno il tuo, ma c'è tempo per tutto, amico mio. Buona giornata!
  • Caterina Russotti il 24/10/2013 00:10
    È il sogno di tanti... Così dolcemente... Senza accorgersene.. Senza soffrire... Magari fosse così. Bel sonetto...

6 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 11/08/2015 14:18
    Dal momento che mi è di nuovo capitato sott'occhio, mi rettifico.
    Un sonetto, diciamo classico, è composto da due quartine e due terzine endecasillabi con rima alternata o baciata, si può aggiungere un'ulteriore terzina, che si chiama coda.
  • Anonimo il 09/02/2014 15:32
    Credo che parecchi desiderino oltrepassare la terrena barriera come un ULTIMO VOLO DELL'AQUILONE, planando leggeri e liberi nel cielo.
  • salvo ragonesi il 01/12/2013 21:28
    Il giovane può morire il vecchio deve morire.
  • Anonimo il 27/11/2013 17:28
    lascia che per il momento ti rimangono i sogni per la morte cè tempo
  • stella luce il 24/10/2013 07:48
    vivere la morte come un volo di aquilone... nel sonno volare verso quel sonno così oscuro... versi molto cupi e concordo con Salvatore... arriverà quel tempo ma ora pensiamo alla vita
  • loretta margherita citarei il 24/10/2013 04:16
    morire senza accorgersi piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0