PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Forse su questa neve

Forse su questa neve
sarà puro il ritratto
che il sangue va a tracciare;
dopo l'estremo passo
- il buio, un tonfo lieve -
qui, sul terren scarlatto,
la veglia senza inviti,
una pagana messa
tra gli alberi sfioriti,
i cespi e qualche sasso;
nessun saluto, solo
l'assenza a consolare
il cuore pien di duolo,
la mente mai padrona,
quest'anima dimessa
che affetti sol perdona
e aiuta, mai se stessa.

 

5
3 commenti     7 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

7 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Michele Prenna il 16/01/2014 07:55
    Versi dimessi d'un classicismo antico su un tema spesso esorcizzato su cui si frange da sempre lo spirito che cerca risposte. Diciassette, credo non a caso, i versi settenari, sicuri verso la chiusa definitiva.
  • Anonimo il 26/10/2013 08:28
    Cupa e cimiteriale, consapevole di un destino che uniforma nella visione di un quadro di Bruegel dove i colori scompongono il confine tra vita e morte. Eppure dà una sensazione di remissione nel definire il "duolo" e la "mente". Uno stile che apprezzo e ti distingue.
  • Giulia Aurora il 25/10/2013 00:40
    Palare della morte come compagna d'anima in questi passi grevi e carichi di solitudine e dolore un grande questo ragazzo giovane e così capace d'esprimere certi passaggi grevi un inchino ed una lode
  • Anonimo il 24/10/2013 16:22
    Espressioni di un sentire profondo a cui ogni risposta è solo parziale. Molto bella Ale!
  • Rocco Michele LETTINI il 24/10/2013 15:14
    E punti di merito come recensione... IL MIO ELOGIO ALESSANDRO...
  • cristiano comelli il 24/10/2013 15:09
    Bella, si vede anche un certo senso di poeticità nell'accurata ricerca di certi termini dotati di grande forza icastica. Complimenti.
  • Vincenzo Capitanucci il 24/10/2013 14:33
    Forse nel candore della neve... riuscirò a modellare il mio puro ritratto.. che il sangue... ripetutamente cancella..

    bellissima Alessandro... solo l'assenza... a consolare un cuore... pien di duolo...(dualità )

3 commenti:

  • Fabio Magris il 24/10/2013 15:26
    Mi associo. Trasmetti sempre intensamente, procurando "brividi" al lettore, tanto son belle queste tue...
  • Rocco Michele LETTINI il 24/10/2013 15:13
    Intensa, nel suo costrutto tetro, lodevolmente sequelata.
  • Anonimo il 24/10/2013 14:39
    Una tristezza profonda che solo le immagini abbracciano, dando brividi intensi.
    Quanto comunichi, Alessandro, pur essendo così giovane!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0