PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dea

Schiva le paure,
mia bella e deliziosa dea,
schiva le tristezze,
buttale nelle onde
profumate del battito d'ali
di un vorticoso e incantevole
volo di farfalle.
Magiche atmosfere si annusano
nelle sere primaverili,
quando marzo e aprile
come guerrieri spietati
affossano l'ultimo colpo
ad un inverno anziano.
Lasciati baciare mia dea,
spogliati nella penombra.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0