accedi   |   crea nuovo account

Varca la soglia

Alle porte del bar.
Porte
inferno o paradiso.
Sono porte misteriose
quelle di un bar.
Storie travagliate.
Tutto si perde nella goccia dell'ultimo bicchiere.
Primo sorso
rosso
sa di me.
Sapore antico
quello della Terra
che è sempre stata così.
C'è sempre stato un vino rosso
da qualche parte
in qualsiasi anfratto remoto del tempo.
C'è sempre stato qualcuno a berlo
calici, coppe, mestoli..
Adesso tocca a me,
brindo a qualcosa
e mi perdo.
Ci sono: cappelli, sogni, desideri in un bar.
Rubane uno
uno a caso
un capello
un sogno
un desiderio
varca la soglia
non avere paura
in fondo
è solo un bar.

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 26/10/2013 15:26
    Sono porte misteriose
    quelle di un bar.

    PROPRIO VERO, NON SI SA MAI SE UNO LE VARRCA PER RASSERENARSI O PER ROVINARSI CON SVARIATI BICCHIEI DI ALCOLICI... FANTASTICO COSTRUTTO...

3 commenti:

  • Robert il 20/02/2016 20:09
    Mi ritrovo proprio dentro, sono deventato da tanto, astemio.
    Ma si imagino il mio fine un confronto al bar, con qualcuno
    che mi giudica, e qualcuno che mi controla.
  • augusta il 27/10/2013 08:03
    direi ottimo amo molto i bar... vi trovi la vita... 1 beso
  • Anonimo il 26/10/2013 19:29
    quante storie in un bicchiere, l'ultimo o il primo nn importa, ogni volto ne racconta una... bella poesia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0