accedi   |   crea nuovo account

Stracci di ricordi

C'è silenzio di notte
silenzio nelle strade
silenzio nelle stanze
echi lontani
il battito della vita lascia aperta la fessura di uno sguardo.

C'è qualcosa di notte
il buio dell'anima vede la luce di un alba
in continuo divenire.

C'è vita di notte
ci sono lenzuola usate
stracci di ricordi
creazioni di nuovi presenti.

Ci sono lacrime di notte
di quelle che alla luce del giorno
solcano volti e non cuscini.

C'è una voce di notte
il cuore si apre e la ascolta.

 

1
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 27/10/2013 14:52
    Metafore azzeccate, metro dinamico, anafore che rimandano a un lento rintocco. Piaciutissima
  • Rocco Michele LETTINI il 26/10/2013 15:35
    C'è una notte che grida... e nessuno ascolta. Solo nel ricordo del passato ritorna remoto gioire... È la mia notte, è la notte di tanti che hai decantato mirabilmente...

3 commenti:

  • augusta il 27/10/2013 08:01
    brava i miei complimenti... 1 beso
  • Anonimo il 26/10/2013 20:08
    Bella e piena di suggestione come il mistero della notte
  • Anonimo il 26/10/2013 19:28
    ci sono gli incubi di notte a tenere compagnia le solitudini più aggressive... bella poesia, molto sentita

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0