PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Costruirò le porte

E par tutto già pronunciato
Pensato sentito e fatto
E qui mi rannicchio tra parole
Fraseggi che vorrei aver scritto
Per dar geometrie
Intonazioni di suoni
Colori e calore
E ne intingo come radice
nella casa del mio sentire

in altra giornata forse costruirò le porte
e dipingerò le finestre
e forse io o tu l'aprirai
anche se il timore nel varcarla sarà pesante
e la dipingerò d'oro e malachite
non voglio si spalanchi con ardita fretta
ne che il gesto non abbia una tua decisione
e nessun stridente attrito si dovrà udire
che al solito le persone imprevidenti
mi danno se si avvicinano incautamente

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Alessandro il 27/10/2013 14:56
    Invece di cercarle disperatamente, o abbatterle, perché non costruirsele? Bel ragionamento propositivo.
  • LIAN99 il 27/10/2013 01:17
    Cara Giulia, è davvero molto bella ed intensa questa tua lirica; personalissima e ricca di spunti e sfumature sottili. Notevole la tua capacità di leggere il Mondo e la Vita attraverso la tua spiccata sensibilità poetica ed originale. Un caro saluto.
  • Giorgio Thieme il 26/10/2013 19:52
    Sentimento poetico e spirituale intrecciati in desideri passionali cautamente velati fra parole ricercate ma significative

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0