PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Scatole di cartone

Scatole di cartone,
bagnate ora perché vuote,
vuote perché bagnate.

Fitta la pioggia,
l'unica robusta,
come la fitta al fianco che dà la frusta.

Essere poltiglia quando il dolore scorre
e nessuno tranne la noia accorre.

Senti l'abbraccio mia calda coperta,
avvolta mia cara chiocciola
a te così dolce così sofferta.

 

2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 31/10/2013 20:35
    Lo smarrimento degli ultimi, degli abbandonati, degli invisibili. Il tutto reso attraverso un'interessante metafora.
  • Raffaele Arena il 31/10/2013 00:48
    Come sempre una composizione scritta con grande leggerezza, ma davvero lacinante e drammatica, tipico delle belle poesie. Mi ha dato un senso di "abbandono" fin dalla prima strofa. Drammaticamente bellissima.

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 31/10/2013 16:59
    apprezzatissima complimenti
  • LIAN99 il 31/10/2013 00:18
    Complimenti, Simone, davvero emozionante e suggestiva questa tua lirica, originale, personalissima e molto ben scritta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0