PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A chi canta

Poi che il sereno torni
di chiaro cristallo sia la fattura
di nuove idee e abbia
il colore dell'aria dopo
un dolce sogno illuminato dal sole
alto e pigro...

Ma dare l'anima alla voce
non è un lavoro da poco
è portare un dono che fa ingelosire
gli Dei
poi che la gioia vera è un groviglio
che toglie il dolore dalla memoria
e lo rinnova mostrando come sfavilla
l'ardore di quella pace che non è
una voce sola ma appartiene ai mille
suoni intagliati dall'autunno

e così chi canta non è mai solo.

 

0
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 01/11/2013 23:21
    La gioia.. il canto dell'anima. vista coi colori autunnali... Caldi... .. Stupenda...
  • Don Pompeo Mongiello il 01/11/2013 11:06
    Condivisa ed apprezzatissima questa tua eccezionale davvero!
  • Rocco Michele LETTINI il 01/11/2013 10:26
    dare l'anima alla voce
    e così chi canta non è mai solo...

    IL PARLARE DELL'ANIMA APRE LA PORTA D'OGNI CUORE E RESTA OSPITALE NEL TEMPO... NESSUNO MAI PATIRA' PER SOLITUDINE... GRANDE MESSAGGIO DI ETERNO...

2 commenti:

  • Alessandro il 01/11/2013 18:33
    Il canto come comunicazione, non solo un esercizio fine a se stesso. Piaciuta
  • loretta margherita citarei il 01/11/2013 17:11
    intensa profonda poesia bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0