username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Proteggiamoci

Pompose saranno le ore della vita mia,
a te le affiderò, rispecchi il sublime.

Le ciocche di sofferenza
ti lascerai alle spalle,
di un esistenza più pensata che sognata,
ne diverrò il realizzatore.

Nella poltrona del desio
m'accomoderò,
mi unirò a te in profondità,
mi lascerò distrarre da te.

Scoccherò respirandoti,
mi schiuderò denudandoti,
fa che io dedichi a te la sinfonia
d'un cuore armonista.

Proteggiamoci noi,
mansueta sarà la trafila,
nel brillio invasivo
scintilleremo attraversando
il campo minato nostro
innamorato.

 

2
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 06/11/2013 12:47
    Intenzioni amorevoli e propositi sentimentali deliziosamente descritti dall'autore in un percorso affettivo minato dagli ostacoli della vita. Una reciproca protezione rafforzerà ancor di più l'esistente legame. Lirica molto bella!

4 commenti:

  • loretta margherita citarei il 03/11/2013 17:30
    molto bella e significativa, bravo
  • Alessandro il 03/11/2013 16:33
    Stile dinamico per un cammino da percorrere insieme. La dimora ha bisogno di due robusti pilastri.
  • Anonimo il 02/11/2013 17:55
    Proteggersi contro una realtà che sembra apprezzare e desiderare l'amore vero, ma che poi lo osteggia in mille modi. Molto bella!
  • LIAN99 il 02/11/2013 17:37
    Ma quanto Amore, in questi versi intensi e delicati!... Sí, occorre proteggersi a vicenda per coltivare e far crescere l'Amore nel campo minato della Vita. Bravo, Francesco.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0