PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Gioia Salvifica

Caro diario
Da bambina ho incontrato il Guaritore
nei giorni di solitudine leggera
quando il grano mi carezzava le mani
quando una collina era monte da scalare
me lo diceva Lei
che È in tutte le cose
indicandoLo nell'aria e nel petto

Caro diario
Da ragazza ho parlato al Guaritore
nelle notti confuse del crescere
quando i desideri assumevano forme diverse
quando la sabbia entrava negli occhi
me lo cantava Lei
come canzone d'Amore
pregandoLo di perdonare

Caro diario
Da donna ho perso le Sue tracce
nella nebbia del guadagnare per vivere
quando mi illusi che Tutto ha un senso
quando smarrita vidi cuori indurirsi
Lei era andata da Lui con serena fiducia
sorridendo alla morte si era donata

Caro diario
Ora sono sola
guardo fuori da una finestra la prima brina
cercando invano quella strada amena
ammalata di veleni la mia vita
nel cuore e nell'aria cerco la Cura
Lei soltanto nella mia anima ancora cela
del Guaritore l'immenso che non gela
del Guaritore la Gioia Salvifica

 

l'autore laura cuppone ha riportato queste note sull'opera

A mia Nonna, alla sua fede, senza la quale io non potrei più ... credere


6
6 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • LIAN99 il 03/11/2013 16:49
    Bellissima! Una dedica stupenda per una Nonna che fisicamente non c'è piú, ma che ha riempito e riempie tuttora di sé tutto l'ambito spirituale di una nipote per la quale Lei sarà sempre il punto di giuntura tra la Terra ed il Cielo, il tramite attraverso cui l'Anima incontra il suo Guaritore e trova ristoro e serenità alle ansie del vivere. Bravissima.
  • Rocco Michele LETTINI il 03/11/2013 10:18
    Una dedica forgiata con la gioia del voler amare... e la nonna resta sempre la protagonista inidiscussa nell'elargir affetto...
  • roberto caterina il 03/11/2013 08:03
    Penso si tratti di un guaritore che è dentro di te e che ognuno possiede, basta scoprirlo...

6 commenti:

  • bruna lanza il 17/01/2014 16:35
    Perdersi nel quotidiano per poi ritrovarsi negli insegnamenti antichi, bella davvero
  • loretta margherita citarei il 03/11/2013 17:22
    molto apprezzata complimenti
  • Alessandro il 03/11/2013 16:06
    Versi che raccontano una forte inclinazione spirituale che si è evoluta negli anni.
  • ciro giordano il 03/11/2013 11:53
    una poesia toccante, davvero intensa
  • Chira il 03/11/2013 08:32
    L'affetto indiscusso, l'esempio di vita di una persona tanto vicina quando si cresce ha un'importanza vitale per ognuno e si "ritrovano sempre quelle sue parole". Splendida dedica Laura, con versi intensi e delicati nello stesso tempo. La verità è che davvero resta sempre con noi chi ci ha donato Amore e ci è accanto nel nostro cammino.
    Chiara
  • Anonimo il 03/11/2013 08:27
    Ti offro, con umiltà ma sincero affetto, l'aforisma di oggi "La nostra Guida". Vera

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0