PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Prima di conoscerti

Ero un mendicante.
Cercavo qualcuno
che mi offrisse amore.

Vagavo per le strade
scalzo
coi piedi sanguinanti.
... e sei arrivata tu
luce nel buio dei miei giorni

Sono entrato in te come
in una scarpa semplice
ma comoda e ospitale.

Il cappello che tendevo
si è riempito di monete
del paese dei balocchi.

Vita e quotidianità
di un amore.

 

2
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • LIAN99 il 03/11/2013 22:48
    Diretta, intensa e significativa questa lirica che nella semplicità e quotidianità d'un Amore legge anche la sua straordinarietà e ricchezza. Apprezzata molto.
  • Alessandro il 03/11/2013 16:05
    L'amore, in fondo, è come il pane. Alcuni lo sprecano, altri vagano affamati. Bella
  • Rocco Michele LETTINI il 03/11/2013 10:21
    Ero un mendicante... e il tuo obolo mi ha donato l'immenso di una gioia eterna..
    Lodevole nel suo amorevole costrutto...

3 commenti:

  • Paolo il 03/11/2013 17:50
    Bellissima l'espressione il cappello... si é riempito di monete del paese dei balocchi.
    Se si fosse riempito di monete vere... solo buio...
  • loretta margherita citarei il 03/11/2013 17:18
    molto originale belle metafore, brava
  • Chira il 03/11/2013 09:00
    Intensamente sentita, arrivata nel mio più profondo la sua essenza. La semplicità d'amore che lenisce ferite. Immagini toccanti e vere. Bella bella!
    Chiara