username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Domani

Cancelli in ferro
battuto
Domani
Pochi soldati
nell'accampamento

L'odio e la violenza
che non muore fino a
Domani
Il giorno che ci
vince e misura il
nostro vissuto

Perdonami oggi e
domani per il
fumo che ho
inspirato
Anche merda
domani, merda
che gli altri
avranno cagato
sul mondo
Merda di un
mistero sempre
più profondo.

 

6
1 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 04/11/2013 17:41
    Ammazza... il nostro Vincenzo!
    Termini forti per esprimere il proprio sentire... ed hai ragione!
    Un abbraccio e ben tornato!
  • Anonimo il 03/11/2013 16:52
    Mi fa piacere che termini forti, vengano qualche volta usati, apprezzati e interpretati nel giusto verso.
    Comunque, in un mondo in cui tutto è merda, ricordiamoci che noi siamo della stessa sostanza. È inutile ritenersi diversi, se i fatti non lo dimostrano concretamente.
    Bravissimo e ben tornato!
  • Alessandro il 03/11/2013 16:12
    Una volgarità non gratuita, ma uno sfogo esasperato che colpisce il nonsenso delle follie umane, da sempre ripetute in un eterno ciclo.
  • AlfaCentauri il 03/11/2013 14:19
    Tutto ciò accade perché l'essere umano, al quale è stato dato un cervello per pensare... è peggio di un animale impazzito! ... quindi stronzo era e stronzo rimane; facilmente corrotto e corruttibile...
    da ciò... nn ci si può aspettare altro che merda...

    -quindi, resta difficile, per le persone che vogliono un mondo migliore, raddrizzare una maggioranza marrone!-

    Per l'impostazione del testo lo spezzettamento dei versi è perfetto! DIMOSTRA in pieno ciò che continuamente avviene ogni istante in questo mondo bacato! dove la storia si ripete, e ripete e ripete...
    SONO in linea anche le espressioni usate che, in altro modo, non avrebbero dato colore ed energia al testo.
  • Matteo Contrini il 03/11/2013 13:15
    Credo che la metterò tra le mie poesie preferite: cruda, con versi spezzati e termini bassi, ma che ottengono l'effetto contrario: la sublimazione di sentimenti di disillusione e adirata rassegnazione alla catastrofe che inevitabilmente deve compiersi (almeno io ci leggo questo .
    Complimenti!
  • ciro giordano il 03/11/2013 11:49
    Sconfortante, mi ha ricordato il grande Celine nella visione pessimistica, nell'uso dei termini crudi, nella chiusura ad ogni tipo d'illusione, qualcosa che può essere chiamato coraggio...

1 commenti:

  • SalvatoreCierro il 03/11/2013 13:37
    il domani è ciò che cagherà oggi. Letta con piacere, umore noir che si tocca attraverso le parole

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0