PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ed io piccina

Ed io piccina nel tuo covile
di frasi dolci


Addomesticata all'orma ardente
nelle tue nari la mia essenza
a mettermi in luce con preciso
arco d'ossa ad accordarsi
alla line del tramonto


Ed io piccina
nel covile di muto silenzio
ancor ora mi domando
le dita lievi tue su me

Riconsegnami testarda
nell'irriverenza
del calor della tua pelle morbida

Un guanciale di papaveri,
petali di rosa e una fronda
ed ancora è fiamma, a contagiar le nottate
nel bacio che ti dono ricomparendo in amore

 

0
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 04/11/2013 22:59
    Bellissima poesia, grande sensibilità ed estrema dolcezza trasmessa con leggerezza e maestria. Molto piaciuta.
  • Anonimo il 04/11/2013 22:38
    Un bel guanciale di fiori e di passione che continua a vivere ancora!

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0