username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sento il freddo

Sento il freddo quasi vicino,
echi di grida prendono il volo
nelle stanze scure ed opache
dove l'altezza li fa ghiacciare.

Sento il freddo quasi vicino,
la sedia cigola timidamente
per paura di disturbare
chi guarda il primo sorger del sole.

Ma quel calore scioglie il gelo
ed i ricordi tornano vicini.

Attendo ora schegge di pietra
sull'apice di un corpo fisso
dove il dolore fa meno male
delle iniezioni di gelo
che taglian la pelle,
avvelenando il sangue
sentendo il freddo troppo vicino.

 

0
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 06/11/2013 20:29
    Hai sottolineato il gelido de la terrena quotidianità in un toccante verseggio...
  • Anonimo il 06/11/2013 19:56
    Piaciutissima, Giulia! La sofferenza ha molti volti...

1 commenti:

  • Raffaele Arena il 06/11/2013 22:01
    Lirica drammatica che senza ironia, mette i brividi. Perchè quella che l'autrice esprime come sensazione provata, è la sensazione più dolorosa che si possa provare. Che tu possa scacciare questo freddo, che tu possa trovare tepore interiore per riprender energia. Bellissima lirica.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0