PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il ballo

È l'ora del ballo di gala,
è notte. Uno sciame di luci
abbaglia la maestosa sala.
"Danzate, o amabili coppie,
sul palco, sui passi calcati.
Mostrate al pubblico gli occhi
brillanti, i volti truccati".
Risuonano i vuoti rintocchi
di un'ora mai giovane o tarda,
di un tempo che nacque spergiuro.
"Che fai tu in quell'angolo oscuro?
Non danzi, non porti una dama?
Or mostrati e sii cavaliere:
seguire la coreografia
per tutti è dovuto mestiere!"

"Nessuno mi tocchi, non temo
le guardie che avanzano truci.
Già dorme la donna che m'ama,
già dorme e non voglio che sia
ancora più tetro il risveglio.
Che sogni e conservi speranza.
Nel sonno mi getterò anch'io,
fuggendo l'ignobile danza
voluta da un folle o da un dio".

 

1
7 commenti     9 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

9 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro Moschini il 10/11/2013 19:43
    Veramente molto bella. Bella l'ambientazione del ballo della vita e pervasa da un'ottima musicalità. Bravissimo.
  • Anonimo il 08/11/2013 19:01
    Fantasia romantica, fortemente introspettiva, piena di cenni di insegnamento, ricchi di intensa esperienza emotiva per l'anima dell'autore. Bellissima pubblicazione!
  • stella luce il 08/11/2013 09:24
    adoro questo genere di versi... dove il fantastico insegna molto al reale... donziamo vivendo senza mai fermarci, ma se mi fermo e cerco ed attendo di ritrovare il vero ballo... ecco che mi viene impedito di farlo... e lei dorme prima di me, lei è lontana ad aspettarmi ed un folle o un Dio mi ci porteranno...
  • Giulia Gabbia il 08/11/2013 08:58
    Balliamo questa sera noi balliamo... come stato bello.. frasi di una canzone di Fred Bongusto la tua opera accarezza la melodia in tutte le sue sfumature .. lodi e lodi
  • Francesco Andrea Maiello il 07/11/2013 20:00
    Complimenti Ale, per questo gran ballo... di versi danzanti!
  • Rocco Michele LETTINI il 07/11/2013 18:12
    La danza de la nostra quotidianità... La danza che parla del nostro umore... La danza del ritmo smisurato d'un esterno indifferente... La danza che tanto cela in sì diligente verseggio...
    Che sogni e conservi speranza: imprecazione da realizzarsi Alessandro in chiari congiuntivi...
  • Caterina Russotti il 07/11/2013 16:26
    La danza della vita.. Un ballo diverso per ognuno di noi... A volte non desiderato...
    Bella... Mi piace...
  • Anonimo il 07/11/2013 15:46
    La danza della vita è come una lotta e, come dicono a Roma, chi s'estranea dalla lotta è un gran figlio di mignotta!
    Ottima metafora Alessandro!
  • rescaldani franco il 07/11/2013 14:31
    Stile e tanta autentica poesia.

7 commenti:

  • Anonimo il 14/11/2013 13:30
    Una danza speciale... quella della vita a volte non voluta.
    Bellissma metafora questa tua poesia.
  • karen tognini il 11/11/2013 06:26
    Si balla in due..
    Da soli o con la dama sbagliata.. non è la stessa cosa...
    Molto bravo... ciao
  • Anonimo il 08/11/2013 18:38
    bellissima in bellissime metafore... sempre bravo...
  • Don Pompeo Mongiello il 08/11/2013 10:49
    ... altro problema del sito il pollice è ferito.
  • Don Pompeo Mongiello il 08/11/2013 10:48
    Alzo il pollice e ti dico bravo per questa tua superba assai.
  • loretta margherita citarei il 07/11/2013 17:52
    bella metafora bravo alex
  • Anonimo il 07/11/2013 17:36
    Belle immagini in questa poesia così particolare...
    Bella metafora Ale.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0