accedi   |   crea nuovo account

Un Aprile che manca

Brune parole
coeve alla china
il viso nudo
ad unica battuta di tempo.

A catturare nella vita
l'orizzonte scardinato
d'una femmina e la sua
sinuosità natia
c'è soffio freddo a scalzare il terreno
oleoso di farina incenso e muto di parole.

Solo un tessuto nell'acuto che è assente
un grido, un colpetto malconcio
come a traboccare angoscia
giovane presa nello squarcio reale.

E nello spigolo
dove gironzola il tuo nome
in ritardate mattine
d'un Aprile che manca
per giunta non c'è parola
o svestita pronuncia
che possa di bava e corpo
far scende lacrime.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0