PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Amanda

Amanda, pallida, rossa,
odore di selvaggina,
sotto la neve, la brina,
vai consegnando la posta.
Con girotondi di giostra
sulla ventotto da uomo
spargi l’essenza che tutta
ti fa grondante d’amore:
il biancospino, l’umore
delle tue notti di frutta.
Apri le labbra dei venti,
passi agitando polmoni,
ridi abbattendo leoni,
imbalsamando serpenti.
Dietro le vesti innocenti
agiti l’incubo oscuro:
seni di polline, puro
succo d’arancie e di mele
dove cristalli, le sfere,
van presagendo il futuro.
Tutta dipinta di perle
vai pedalando nel sole,
sali spargendo l’afrore,
fino a toccare le stelle.
Infervorando budelle
con le tue anche funeste
muovi le viscere astrali:
supremazia delle bestie,
anima degli immortali!

 

1
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Triste Bolgia il 27/04/2013 16:16
    wow! caspita, cioè, ah! tanta roba.

5 commenti:

  • Francesco Garofalo il 02/08/2010 23:56
    bella mi è piaciuta molto
  • Giovanni Ibello il 18/10/2008 19:03
    questa è di un altro livello.. complimenti...

    ps finalmente un po di metrica!!
  • sara rota il 07/09/2007 16:48
    Molto molto bella... scorrevole e piena di sentimento...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0