PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'insonnia del cuore

Che peccato capitale
dovrò mai scontare
per meritarmi il male
se sono stato sempre
ligio alla morale.
Da tempo ormai
un brivido mi pervade
e un fremito mi assale,
mi dà tachicardia
per ansia del cuore
ma mi causa insonnia
per smania d'amore.
Un dì furon
di dolor lamenti
a levarmi dal letto,
adesso son
d'amor tormenti
a destarmi dal sonno.
Quel che mi manca,
però, per sentirmi
vivo e vitale
è il calore carnale,
non si può esser
sol sempre spirituali
se ci sono i sentimenti
a darti i patimenti.
Agogno allor
un forte abbraccio carnale...
ben venga pure quello fatale
seppur sia mortale.

 

0
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 14/11/2013 07:42
    L'insonnia del cuore decantata da un Esimio Dottore non può che trovar apprezzamento per quanto scorso.

    "Mi dà tachicardia
    per ansia del cuore
    ma mi causa insonnia
    per smania d'amore"...

    UNA DIAGNOSI RISCONTRATA, CHE A VOLTE L'ASSENTE TERAPIA (DE L'ALTRUI INDIFFERENTE) HA SAPUTO GUARIR SI' CRUDEL PIAGA...

    NON RESTA CHE QUALCUNO RIFLETTI...

3 commenti:

  • Francesco Andrea Maiello il 14/11/2013 13:35
    Cara Caterina, quanto più belle diventano le poesie tanto più la Musa è irraggiungibile!
  • Caterina Russotti il 14/11/2013 12:08
    Dai dottore, un poeta come Te, non può che scrivere si belli versi e se scritti alla musa giusta... Vedrai che successone. Intanto questa mi piace...
  • Francesco Andrea Maiello il 14/11/2013 08:11
    Caro Michele, sono solo un povero medico, malato di amore... alla Musa piacendo. Mi sa tanto, però, che rimarrò... vergine!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0