username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Dopo tanto rumore

E dopo tanto rumore
cosa resterà di me
di quest'anima persa
alla ricerca di sè stessa
nel volto di tutti

Qualche passo incerto
su un sentiero imbattuto
tanti sorrisi generosamente
dispersi decantanti
e tante fitte allo stomaco
nascoste tra le rughe
d'un viso marmoreo

Sentire il dolore del mondo
e non aver modo di guarirlo
guardarlo sparire sotto i piedi
consapevole d'essere stato
gittato lontano da una gigantesca
forza centrifuga che è vento
e vortice ed è il mio pensiero

E dopo tanto rumore
resterà il silenzio
qualche riga forse
rievocherà il suono
fintanto che il mare
non cancellerà la memoria

 

1
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 05/12/2013 07:26
    Una lode meritata per questa tua straordinaria!
  • Caterina Russotti il 18/11/2013 19:01
    Prodigarsi per gli altri... Per qualcosa in cui si crede, per accorgersi poi di di essere rimasto a mani vuote... E sentire il lamento del mondo come proprio... Piaciuta
  • Alessandro il 18/11/2013 16:04
    Tanto rumore per nulla, un mondo che guarirà per via della nostra impotenza. La terra ci verrà a mancare sotto i piedi. Versi di un cinismo amaro che colpiscono a fondo.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0