accedi   |   crea nuovo account

Silenzio

Zittite il pianto dei vostri figli
oh madri che ascoltate la mia furia
fermate la primavera dei dell'olimpo
i fiori non s'aprano e si vestano a lutto

spegnete ogni nota suonatori di gioia
e voi menestrelli poggiate i vostri liuti
sulle tombe d'ogni cuore che s'è infranto
sulle are di combattenti pagani

si fermi il vento che porta i profumi della vita
i campanari si siedano e preghino muti
mozzate quelle canne agli organi celesti
il sole e la luna si confondano

il nero nasconda tutti i colori dell'iride
e le bestie siano tenute nelle stalle a digiunare
perché il mio amore, quell'amore
il vostro amore è morto

-Silenzio! Aspettando il suo risorgere-

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 18/11/2013 22:28
    Fermare il tempo... Con un lungo silenzio, finché un'amore vero possa far risorgere il mondo. Stupenda

2 commenti:

  • Alessandro il 19/11/2013 22:55
    Un vuoto interiore proiettato all'esterno. Un'infelicità universale quasi agognata.
  • Salvo Angrisani il 18/11/2013 21:33
    Magnifica lirica poetica. Zittisce il pianto del mondo la rabbia che è espressa in questi versi. Versi che conservano il risorgere dell'amore. Letta e piaciuta tantissimo. Complimenti Francesco.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0