PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Addio Milano

Ti saluto città dagli angoli remoti:
tu mi hai dato l'amore
di una vita felice,
di un sicuro avvenire.
Vecchia città piena di novità,
avvolta di luce e di foschia,
piena di ombre a mezzogiorno,
tu elargisci sorrisi a denti stretti
alla gente che ti vede così splendida,
così macchinosa, così immobile.
Anonima è la folla che percorre
ogni giorno le tue strade,
anonimo sono io che scivolo via
verso i limpidi ruscelli e il dolce
profumo della terra agreste.
Tu hai visto i natali dei miei
dolci eredi e gli anni belli della mia
affannata esistenza.
Rivedo le tue strade
su cui scorre, come un fiume,
la vita di chi spera, di chi soffre,
di chi ama e di chi muore.
Addio città piena di sogni
dove la materia a volte
prende forma, sotto
l'impulso di strana fantasia.

 

2
2 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 20/11/2013 20:41
    L'autore esprime in modo sublime, nostalgico e concreto, l'atmosfera di una città dove, tanti anni fa, per viverci dovevi avere il sole dentro e la pistola in tasca. E chi era senza pistola la coerenza ferrea e indomabile nel non fermarsi mai pur di mantenere il ritmo, per raggiungere il risultato agognato. Poesia d'atmosfera viva, come una cartolina anni settanta, dove la nebbia avvolge il Castello Sforzesco... bellissima.
  • Anonimo il 20/11/2013 17:03
    Una dedica molto bella ed intensa ad una città che, certamente, ha lasciato una traccia indelebile nella vita dell'autore. Pur scivolando via "verso i limpidi ruscelli e il dolce profumo della terra agreste", il ricordo rimarrà sempre, indelebile, nel proprio cuore. Poesia molto apprezzata.
  • Caterina Russotti il 18/11/2013 23:05
    Che dire... Davvero bella... un vero saluto ad una città che ha donato tanto al poeta... E che porterà nel cuore... Compresa la sua frenesia...
  • Giulia Aurora il 18/11/2013 20:45
    Una poesia dedicata ad una città che ci ha visto negli anni chissà dovre migrerà l'autore ora bella
  • Rocco Michele LETTINI il 18/11/2013 19:35
    Un verseggio che mi ricorda il Manzoniano "Addio, monti, sorgenti"...
    Un addio è sempre triste... lo fai evincere in ogni verso amorevolmente forgiato...
    IL MIO ELOGIO E LA MIA FELICE SERATA...

2 commenti:

  • Giulia Gabbia il 20/11/2013 12:06
    una lodevole poesia animata ed ambientate nella città più prestigiosa e bella che ci sia , lasciata a malincuore dal nostro caro Vincezo.. un opera degna d'attenzione..
  • Anonimo il 18/11/2013 19:45
    Una bellissima poesia sul tema della nostalgia. Una descrizione piena di sentimento della città che tanto ti ha dato

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0