username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Impervie bufere

Si traccia nell'incavo della mano
Ed il dito indice
Un rivolo di ragionamenti
A parole sveglie

Pronunciate e non sentite
Come nelle fittizie adesioni

D'aurore stropicciate
In un immaginata fede
Ed è tutto
fragorosamente immobile

Al confine d'una sera
Troppo calma
E d'astro d'argentato innamorato

Capitola senza quiete, di luce a scendere
Fra piante rampicanti e rosse assonate

Ed ancora la rinascita
All'esistenza
E nella rivelazione
Ed il senso della rotta del giorno
E quante volte volterà le spalle
A cercar altrove

Per conoscere il nesso del niente e
L'ira che fa prudere i palmi

Ed oliate
Ed infuocate dita e palmi

Nel posto avanzato dei gesti

Conoscerai quell'idea, di niente che
S'appicicherà alle mani aperte
Che sfiorerà il cuore

E dallo spargersi fendente
Della vita che esiste
Oltre impervie bufere

 

0
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 24/11/2013 14:10
    Tutto a e la vita scorre nonostante le impervie bufere... Fra realtà e desideri... Versi belli e profondi.
  • Rocco Michele LETTINI il 23/11/2013 19:27
    Oltre le bufere... una filosofia da incutere... Saggezza nei sentimenti...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0