accedi   |   crea nuovo account

En train de

Attraverso colori lucidi
tardo-autunnali
e fredde folate
di coscienza.

Con il pensiero di te
tra l'eruzioni dell'Etna
e delle onde zampillanti
oltre la strada,
della tua mano su di me,
grata. Tutto deborda,
anche questo sole che d'inverno
abbaglia. Meno che te
imponente muraglia.

 

2
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 23/10/2016 10:07
    Lui non ti merita, ma mille meglio di lui ti cercano e già ti ammirano, se non altro per il tuo bel poetar.
  • Caterina Russotti il 24/11/2013 14:32
    Un pensiero costante verso una persona che alza un muro lasciando colui che l'ama in un desiderio non corrisposto. Bella

1 commenti:

  • Alessandro il 24/11/2013 01:08
    La muraglia è sempre lì a imprigionarci, un ostacolo insormontabile che ci separa dalla felicità. Complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0